i protagonisti del libro
in foto: i protagonisti del libro

Chiara Basaglia è un'insegnante di scuola elementare ed educatrice cinofila e, insieme alla collega Melissa Susca, anche lei educatrice, ha deciso di scrivere un libro diverso dal solito. Un libro che, arricchito dalle illustrazioni di Agnese Baruzzi, parla ai bambini e ai genitori di come vivere insieme ai cani, rispettandoli, tutelandosi e divertendosi in questa relazione a tre, che non deve mai perdere di vista l'importanza della supervisione degli adulti. Il risultato è "Max, giochiamo insieme?", molto di più di un semplice manuale piuttosto un libro che, con un linguaggio semplice e chiaro, aiuterà i bambini a comprendere la comunicazione dei loro compagni cani con cui, talvolta, purtroppo nascono incomprensioni.

I primi passi del progetto: un questionario per capire le difficoltà di dialogo tra cani e bambini

«Per scrivere questo libro siamo partite da un parallelo tra le due specie – spiega Chiara Basaglia – Ci siamo chieste cosa piacesse fare sia ai cani che ai bambini e cosa potessimo fare affinché si divertissero insieme in sicurezza. Prima di iniziare abbiamo quindi pubblicato un questionario, le cui oltre 700 risposte sono state indispensabili per comprendere le situazioni in cui nascono più spesso incomprensioni comunicative. Ed è proprio a partire da queste risposte che abbiamo selezionato 13 giochi che (senza obbligare i genitori ad acquistare materiali costosi) rappresentano buoni esempi di interazione corretta».

La copertina del libro
in foto: La copertina del libro

Un esempio tra tutti, è il classico gioco del "tira e molla", ovvero quando il cane e il bambino si contendono un gioco tirando ognuno dalla propria parte in una sorta di tiro alla fune interspecifico: «Proprio riguardo questo gioco tanto divertente quanto delicato, abbiamo descritto con i linguaggi adatti ai bambini delle elementari, come comportarsi durante l'attività ed abbiamo inoltre aggiunto qualche indicazione per i genitori, supervisori e guide della relazione con l'animale».

I giochi proposti all'interno del libro indicheranno anche la difficoltà per metterli in pratica grazie ad una semplice scala: una zampetta accompagnerà i più facili, due zampette quelli di media difficoltà e tre per i giochi più impegnativi sia per il cane che per il bambino, o in alcuni casi per la produzione del gioco stesso.

Pillole di etologia comparata attraverso le parole dei 5 protagonisti

Ad accompagnare i giochi e le proposte di modalità interattive corrette, Chiara Basaglia e Melissa Susca hanno aggiunto anche alcuni approfondimenti di etologia comparata adatti alla fascia d'età di destinazione, grazie ai quali i bambini a impareranno a capire cosa significhino determinati comportamenti dei cani: «Prendiamo come esempio esempio la possessività. Un argomento che riguarda sia i cani che gli esseri umani – spiega l'autrice – Per affrontare questo tema abbiamo fatto esempi sulla vita di tutti i giorni dei bambini, i quali sanno benissimo riconoscere cosa appartiene a loro e cosa appartiene ad altri. Attraverso parole semplici i lettori guarderanno il mondo con gli occhi del cane, affrontando argomenti delicati come la gestione delle proprie risorse e il rispetto di tempi e spazi altrui, ma scoprendo dettagli anche anche sul processo di domesticazione e su fattori importanti come, ad esempio, l'importanza della tranquillità durante il sonno».

I temi legati all'etologia, alla biologia e alla fisiologia dell'animale verranno approfonditi attraverso racconti in prima persona da parte dei cani protagonisti: «Max è un meticcio che vive con due bambini, Alice e Tommaso, poi ci sono Dalila (una Barbona altezzosa e raffinata che dà lezioni di bon ton ed è esperta di problem solving), Napoleone (un Bloodhound che un tempo lavorava per la polizia ma non ama parlare del suo incidente), Ginny (una Border Collie che conosce molto bene i segreti delle comunicazione con i cani) e Blu (un Levriero un po' vanitoso che ama tutte le sfide atletiche).

Le autrici, consapevoli della delicatezza dell'argomento, stanno lavorando da oltre un anno ai testi di questo libro con la speranza che diventi il primo di una serie. «Il nostro obiettivo è ovviamente quello di poter aiutare le famiglie che vivono con i cani, ma vorremmo potesse diventare anche un supporto per gli educatori cinofili – conclude l'autrice – Affinché i professionisti del settore possano trovare idee nuove per intervenire nelle relazioni con i più piccoli delle famiglie coinvolgendo tutti e, soprattutto, superando le lacune comunicative».

"Max, giochiamo insieme?" è edito dalla casa editrice Scienza Express e sarà disponibile on line e nelle librerie a partire da ottobre. Grazie alle autrici, che da tempo promuovono il proprio progetto attraverso i social, abbiamo potuto scoprirlo in anticipo e mostrarvi in anteprima le prime illustrazioni.