Il leccamento nei cani è un comportamento del tutto normale e naturale, che viene messo in atto per i motivi più disparati, sia di natura fisica sia di natura comportamentale. Spesso i cani si leccano le parti intime per motivi di pulizia o per lenire un fastidio o un dolore, e il leccamento rientra anche tra i codici di comunicazione con gli umani e con i loro simili.

Tra i comportamenti più frequenti nei cani c’è quello di leccarsi i genitali, eventualità che non desta in linea di massima preoccupazione a patto che non diventi troppo insistente e ripetuta: in quel caso è possibile che alla base del leccamento vi siano problemi di natura fisica o stati d’animo come ansia e stress. Per capire quando preoccuparsi, dunque, è fondamentale capire prima le cause e poi agire su quelle invece che sul comportamento in se stesso.

Pulizia e igiene

I cani si leccano le parti intime per un motivo tutto sommato molto banale: per questioni di igiene e pulizia. Succede sia alle femmine sia ai maschi, soprattutto in caso di secrezioni: come confermano Luca Spennacchio, istruttore cinofilo, ed Eva Fonti, veterinaria clinica, entrambi membri del Comitato tecnico scientifico di Kodami. Può capitare di osservare questo comportamento nei maschi in presenza di una femmina in calore.

Il cane è in calore

Anche quando il cane è in calore può capitare di osservare più di frequente il leccamento delle parti intime. In questo caso si tratta principalmente di una questione di odore o essere motivato dalla ricerca di sollievo in questo particolare periodo.

Stress e ansia

Escludendo un problema fisico, spiega ancora Spennacchio, il leccamento può essere dovuto allo stress o a uno stato d’ansia. Il cane si lecca per “tranquilizzarsi”, e soprattutto in quei casi è bene capire cosa sia il fattore scatenante più che agire sul comportamento in sé. Stessa cosa può capitare in caso di noia, in assenza di stimoli esterni.

Ghiandole perianali ostruite

Allo stesso modo il cane potrebbe leccarsi le parti intime per un’infiammazione delle ghiandole perianali, una condizione frequente che si verifica quando le ghiandole stesse risultano ostruite.

Le ghiandole perianali producono infatti secrezioni ormonali utilizzati per diffondere il proprio odore e marcare il territorio. Se non funzionano correttamente possono causare prurito e il cane potrebbe leccarsi o strisciare il fondoschiena a terra.

Quando preoccuparsi: infezioni o irritazioni

Il leccamento desta preoccupazione quando è insistente o accompagnato da altri sintomi. Il cane potrebbe infatti avere lesioni ai genitali o, nel caso delle femmine, corpi estranei come per esempio forasacchi, magari perché sono rimaste sedute a terra. La presenza di macchioline di sangue o altro liquido è indicativa di questa eventualità.

Un’altra possibilità sono infezioni, irritazioni o patologie. Per i cani maschi, per esempio, si può essere in presenza di balanopostite, un’infezione che interessa l’organo genitale ed è accompagnata da pus che il cane potrebbe leccare via. La stessa cosa accade alle femmine in presenza di piometra, un’infezione delusero che può verificarsi in caso di calore o dopo una gravidanza isterica: se la cervice è aperta potrebbe fuoriuscire del liquido che il cane tenderebbe a leccare.

Perché il cane tira fuori la lingua?

Il mio cane è felice?