A cura di Sonia Campa
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Consulente per la relazione uomo-gatto

Il Selkirk Rex è una razza di gatto a pelo semilungo, nata negli anni '80 in Montana (USA) e sviluppata grazie all'apporto di Persiani, Esotici, American Shorthair e British Shorthair. Il suo mantello è arricciato o ondulato ma, a differenza di quello del Cornish e Devon Rex, è pieno, non rado, perché portato da una mutazione dominante differente.

Data e luogo di origine

Montana (USA), 1988

Aspetto fisico

Gatto a pelo semi-lungo oppure corto, con peli densi e arricciature che enfatizzano la densità del mantello.

Peso

Maschio 5-7kg

Femmina 2,5-5,5kg

Temperamento

Curioso e socievole

Incroci con altre razze

Nessuna

Standard

SRL e SRS – III categoria FIFé

Origine e storia

Nel 1987 nasce in Montana una cucciolata di 5 gattini tra i quali spicca all'attenzione dell'allevatrice di Persiani Jeri Newman, una gattina dal pelo stranamente arricciato che verrà chiamata Miss DePesto. L'anno dopo, la gattina viene fatta accoppiare dalla Newman con un Persiano nero e dalla cucciolata di 6 nacquero 3 gattini con il pelo arricciato. Da lì prese avvio la selezione che, nel tempo, vide l'inserimento di gatti Persiani, British ed Exotic Shorthair come outcross per definire il tipo.

TICA e CFA riconobbero la razza negli anni '90, il WCF nel 2010 e in FIFé approdò nel 2017.

Ad oggi è ammessa sia la variante a pelo semi-lungo che corto.

Aspetto fisico

Gatto medio-grande, rettangolare, con muscolatura forte e robusta, un torace è vigoroso, spalle e fianchi sono della stessa grandezza. La testa è rotonda, il naso corto, largo e dritto con una lieve depressione sotto il livello degli occhi, il mento è forte, il portabaffi è ben sviluppato e conferisce al muso un aspetto quadrato. I baffi sono arricciati, le orecchie sono medie, larghe alla base e arrotondate in punta e ben distanziate, il pelo interno è arricciato. La coda è di lunghezza media, a punta arrotondata e a pennacchio nei Longhair e densa di ricci negli Shorthair.

La caratteristica principale del Selkirk Rex è il mantello morbido, felpato e arricciato, risultato di una mutazione spontanea dominante, che causa un delicato arricciamento dei peli di guardia, del sottopelo e dei peli intermedi. I Selkirk che non portano la mutazione nel loro corredo genetico presentano il pelo liscio, denso, setoso e vengono detti Straight, gli eterozigoti (gatti che presentano una sola copia del gene mutato) presentano un'arricciatura più uniforme, con i riccioli di varia lunghezza ma sparsi, disorganizzati, poco aderenti al corpo, mentre gli omozigoti (due copie del gene) hanno un pelo più arricciato ma anche più lungo e possono presentare, talvolta, zona glabre.

E' ammessa qualsiasi varietà di colore, con o senza bianco, inclusa colorpoint e qualsiasi colore degli occhi.

Temperamento

I Selkirk sono gatti molto pacifici e sornioni, sebbene non disdegnino di giocare e di mettere in mostra la loro vivacità ed il bisogno di esplorare e conoscere il mondo, se il contesto glielo permette.

Sono gatti affettuosi, destinati ad attirare l'attenzione soprattutto degli estranei che, incantati ed incuriositi dal mantello arricciato, chiedono di toccarlo e di accarezzarlo per sapere cosa si prova. Non raramente, i Selkirk a pelo corto vengono associati ad un orsetto, quelli a pelo lungo ad una pecora.

Salute e cura

I riccioli del Selkirk Rex non presentano le fragilità dei Cornish o dei Devon. Anzi, il mantello richiede di essere spazzolato spesso nel corso della settimana per evitare la formazione di nodi.

Gli outcross con il Persiano che hanno permesso la creazione di questa razza potrebbero essere all'origine della sindrome del rene policistico (PKD) che è riscontrabile in alcuni soggetti.

La sindrome brachicefalica (che si esprime come un complesso di sintomi respiratori) può invece interessare le linee di sangue in cui i soggetti presentino nasi e teste eccessivamente piatti.

Infine, negli USA sono stati segnalati dei casi di cardiomiopatia ipertrofica.

Relazione e contesto ideale

Il Selkirk Rex è un ottimo compagno di vita per coloro che desiderano condividere tempo e spazio con un gatto mite, affettuoso, tranquillo come i suoi progenitori (Persiani, Esotici, British), senza però essere eccessivamente impegnativo dal punto di vista della cura del mantello ma mantenendo un aspetto di esotica originalità.

E' un gatto mite, poco irruente e affatto incline al protagonismo per cui le persone che vivono con lui sono chiamate ad occuparsi attivamente della sua stimolazione mentale e fisica. Coinvolgerlo nei giochi, nelle esplorazioni, anche nelle uscite in giardino è un ottimo modo per mantenerlo attivo e tutelare in questo modo anche la sua salute fisica.

L'ambiente casalingo, inoltre, è bene che venga allestito con rifugi, sopraelevazioni e spazi verticali da arrampicare affinché il gatto possa esercitarsi e mantenersi in forma e curioso.

La sua docilità lo rende facilmente incline a convivere con altre specie e con i bambini anche se, onde evitare l'insorgenza di conflitti o situazioni di stress cronico, è sempre bene procedere gradualmente con le presentazioni iniziali e garantire al gatto la possibilità di ritirarsi in spazi di privacy appena dovesse averne la necessità.

American Wirehair, l'americano col riccio

Gatto Himalayano, il Persiano intraprendente