A cura di Maria Mayer
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Veterinaria esperta in nutrizione del cane e del gatto

Il pomodoro è il frutto della pianta Solanum lycopersicum e, come si può dedurre dal suo nome (pomo o mela d’oro), è ricchissimo di proprietà nutrizionali. In nutrizione umana è considerato uno degli ortaggi migliori in assoluto, ma il cane può mangiarlo senza problemi?

Come per molte piante della famiglia Solanaceae, la risposta è dipende. Dipende infatti dal grado di maturazione, dalla preparazione e, non ultimo, dal soggetto. Vediamo quali sono i suoi benefici, le controindicazioni e come dare il pomodoro al cane.

I benefici dei pomodori per i cani

Il pomodoro, seppur arrivato “tardi” sulle tavole degli italiani – essendo un ortaggio importato dalle Americhe è arrivato infatti circa attorno al 1500 – è ormai uno dei pilastri della dieta mediterranea. Ricco di acqua, contiene una quantità irrisoria di grassi (solo lo 0,2%), scarse quantità di proteine e fibre (appena attorno all’1%) e modiche quantità persino di carboidrati (3% circa). Per questo, è un ortaggio particolarmente ipocalorico, avendo appena 17kcal per ogni 100g di prodotto. Nulla, praticamente!

Ma cosa contengono allora i pomodori di interessante, a parte l’acqua? La ricchezza dei pomodori sta soprattutto nel loro contenuto vitaminico e di antiossidanti. In particolare, contengono vitamina C, vitamina K, folati e licopene, un antiossidante che dona il colore rosso a questi frutti e a chi li mangia una carta in più contro invecchiamento e tumori.

Perché è importante che i pomodori siano ben maturi?

Anche il cane può beneficiare delle proprietà nutrizionali del pomodoro, a patto di rispettare alcune semplici precauzioni. Per la scelta del pomodoro però è importante accennare subito il punto più importante: scegliere pomodori ben maturi, renderà questo frutto al contempo più ricco di licopene (benefico come abbiamo visto) e più povero di alcoloidi tipici delle Solanaceae (solanina).

Le controindicazioni dei pomodori per i cani

Nel caso il vostro cane soffra di reflusso gastroesofageo o in generale problemi gastrici, cercate di evitare il pomodoro come verdura. Oltre ad apportare poca fibra, che sarebbe benefica in questi casi, il pomodoro è un ortaggio acido, che tende quindi ad aumentare eventuali problematiche gastriche.

Attenzione anche alle sensibilità individuali al pomodoro. Alcuni cani infatti, nella mia esperienza, vomitano quando mangiano pomodoro, specialmente se crudo. Un altro sintomo che può essere associato all’assunzione di pomodoro, è l’agitazione dopo i pasti. Questi sintomi sono dovuti all’alcaloide solanina che abbiamo nominato in questo articolo.

In questo caso, le possibilità che abbiamo sono due: provare a cuocere il pomodoro, dato che in genere la solanina si inattiva con le temperature di cottura, e ritentare; sospendere del tutto il pomodoro per il nostro cane. Alcuni cani infatti hanno una sensibilità individuale a questo ortaggio che non deve essere sottovalutata: per loro potremmo semplicemente scegliere altre verdure, fra quelle non tossiche ovviamente.

Come dare i pomodori al cane

Se scegliamo di dare il pomodoro al nostro cane, dobbiamo capire anche come darlo e in che quantità.

Prima di tutto, ripetiamolo, il pomodoro che scegliamo per il nostro cane dovrà essere non solo ben rosso, ma in generale maturo. Mentre i pomodori verdi quindi saranno certamente da scartare, perché ricchi di solanina (dannosa per il cane), dobbiamo ricordare che alcuni pomodori che possiamo trovare al supermercato, pur avendo un colore già ben rosso, non sono affatto maturi. Nello sceglierli quindi prendete sempre quelli rossi e maturi (morbidi al tatto). Il pomodoro può essere dato sia cotto che crudo, ma ad alcuni cani potrebbe dare fastidio specialmente in questo ultimo caso (vomito e/o agitazione dopo i pasti).

Per il come darlo, generalmente consiglio di frullare tutte le verdure ai cani. Nel caso del pomodoro però, essendo un frutto in realtà, la (poca) fibra che lo compone è particolarmente semplice da digerire, anche per un cane. Per questo potremmo prepararlo anche tagliato a cubetti o fette, come facciamo per noi.

Le quantità del pomodoro da dare al nostro cane, dipendono dalla taglia del cane, ma anche dalla sua dieta. Se vogliamo darlo come extra, potremmo cominciare con piccole quantità come un cubetto della grandezza di una nocciola per cani di taglia piccola o una fetta per cani di taglia grande.

Una volta verificato che il nostro cane non si sente male con il pomodoro, potremmo valutare assieme al professionista della nutrizione animale che ci segue di inserirlo come verdura nella dieta del vostro cane. Vi avviso però che, se lo chiedeste a me ad esempio, non sarei molto felice se questa scelta fosse fatta giornalmente. Ai pomodori infatti mancano tante fibre! Meglio magari mescolarlo a delle patate, verdura amidacea, ricca di fibre, che potrebbe essere un buon accostamento per il pomodoro nel cane.

Quali verdure possono mangiare i cani?

Cosa può mangiare il cane?

Le informazioni fornite su www.kodami.it sono progettate per integrare, non sostituire, le indicazioni date dal veterinario di riferimento.