Validato da Elena Garoni
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Medico Veterinario comportamentalista

Se vi è mai capitato di notare il vostro cane che, improvvisamente, mette in atto uno strano comportamento come mordersi la coda, questo articolo fa al caso vostro e la domanda che ci si dovrebbe porre è "Perché lo fa? Devo preoccuparmi?". La risposta è sì, sebbene in alcuni casi lo possa fare anche per motivi legati al gioco.
Le cause che spingono il cane a mordersi la coda possono essere infatti principalmente di tipo fisico e comportamentale, ma la prima cosa da fare per scongiurare le eventualità più gravi è contattare immediatamente un medico veterinario che saprà indicarvi quali sono gli accertamenti e le verifiche che è necessario fare.

Cane che si morde la coda per motivi di salute

È importante ricordare che qualsiasi comportamento particolarmente strano mostri il cane, come mordersi la coda, ma anche ad esempio inseguire luci o mosche inesistenti, è obbligatorio rivolgersi a un medico veterinario per escludere gravi patologie e nel caso, chiedere poi consulenza a un esperto in comportamento.VDue cause principali di tipo fisico sono le prime che devono essere verificate, per poterle o confermare, e quindi agire poi in tal senso, o al contrario escluderle definitivamente e analizzare così altre possibili cause. La prima è legata a problemi neurologici del cane, ossia a forme di decompressione o infiammazione dei nervi presenti nella zona della coda, che possono provocare dolore e spingere l'animale a mordersi. La seconda è invece legata a problemi alle articolazioni, come infiammazioni, che potrebbero anche in questo caso conferire dolore e scatenare quest'atteggiamento.

Una volta escluse queste cause, possono esserne valutate altre di tipo fisico, anche se in genere meno frequenti. A volte il comportamento potrebbe essere legato alla presenza di pulci o altri parassiti presenti sul manto del cane, ma in questo caso il prurito dovrebbe essere generalizzato e non localizzato solo sulla coda, ma anche sulla pancia e sui fianchi. Se il motivo fosse questo quindi, il cane non si mordicchierebbe solo coda, ma anche molte altre parti del corpo. Un'altra causa potrebbe essere invece legata a una dermatite localizzata o alle ghiandole perianali che potrebbero recare fastidio, ma in quest'ultima ipotesi il cane tenderebbe più a leccarsi sotto la coda invece che mordersi.

Motivi comportamentali per cui il cane si morde la coda

Una volta accertato che le cause non sono legate a patologie di tipo clinico, si può fare una diagnosi di tipo diverso e definire questo comportamento compulsivo o stereotipato. I comportamenti stereotipati nei cani possono essere di varia natura: mordersi la coda, ma anche leccare i muri, fare avanti e indietro sempre nella stessa direzione e così via. La stereotipia è causata da stati ansiosi che sfociano in comportamenti compulsivi e ritualizzati che vengono ripetuti sempre con la stessa sequenza e senza uno scopo preciso. Sono considerati davvero gravi quando diventano limitanti per il cane, ad esempio quando l'animale viene richiamato e il comportamento compulsivo si ferma solo per qualche secondo, senza avere una vera interruzione. Il comportamento stereotipato, in questo caso il mordersi la coda, è però solo il sintomo del problema, quello che bisogna davvero verificare è la causa che provoca gli stati ansiosi e che scatenano poi l'inusuale comportamento.

I motivi possono essere vari: uno di questi è la stereotopia da costrizione che si verifica quando i cani giovani, spesso molto attivi, vengono rinchiusi in box piccoli per renderli più "gestibili". Questo altissimo livello di costrizione al contrario li porta a sviluppare ansia, che si riversa poi, quando diventano adulti, nella manifestazione di comportamenti ossessivi. Un altro motivo potrebbe essere invece legato a mancanze relazionali all'interno della famiglia umana, quando ad esempio questa è assente e lascia spesso il cane solo e senza attenzioni.

In altri casi i comportamenti stereotipati possono essere anche dovuti alla sindrome di ipersensensibilità e iperattività che si verifica spesso quando cani molto piccoli, nel primo periodo di sviluppo (intorno ai due-tre mesi di età), vivono in box o in ambienti poco stimolanti e vengono quindi privati di esperienze sensoriali fondamentali per la loro crescita. Quando poi crescono e vengono portati in un ambiente ricco di stimoli vivono una condizione di disagio perché non hanno gli strumenti giusti per gestire la situazione e possono così sviluppare comportamenti inusuali come il mordersi la coda. Infine il cane potrebbe cominciare a mostrare questo comportamento anche dopo un lutto, come sintomo di ansia o pre-depressione, o anche durante la vecchiaia a causa di un impoverimento cognitivo. I comportamenti stereotipati possono essere curati e risolti solo ed esclusivamente se si agisce sulle cause che provocano gli stati ansiosi.
È quindi di fondamentale importanza capire perché il cane mostra quell'atteggiamento invece di aggirare il problema utilizzando, ad esempio, il collare elisabettiano per costringere il cane a non mordersi più.

Cane che si morde la coda per gioco

È possibile, anche se non molto frequente, che i cani si mordano la coda per giocare, ad esempio quando sono particolarmente eccitati e hanno bisogno di tranquillizzarsi, ma bisogna essere sicuri che non ci sia un altro motivo dietro. Anche in questo caso quindi è consigliabile sempre accertarsi prima che il comportamento non sia causato da disturbi fisici o comportamentali gravi, e non sottovalutare mai il problema, ma al contrario chiedersi sempre "Perché lo sta facendo?".

Pulci nel cane e nel gatto, sintomi e malattie

Il cane e il singhiozzo: cause e cura

Perché non ha senso parlare di punizione nell'educazione del cane

Le informazioni fornite su www.kodami.it sono progettate per integrare, non sostituire, le indicazioni date dal veterinario di riferimento.