scheda razza
26 Febbraio 2022
11:00

Setter irlandese: cacciatore dall’aspetto elegante e regale

  • Origine: Irlanda
  • Standard: Gruppo 7: Cani da ferma. Sezione 2: Cani da ferma britannici ed irlandesi – Setter
  • Taglia: medio-grande
  • Altezza: 60cm. per le femmine, 65 cm. per i maschi
  • Peso: 30-35 Kg
  • Pelo: liscio di colore rosso mogano
  • Vita media: 12-15 anni
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
288 condivisioni
Validato da Elena Garoni
Membro del comitato scientifico di Kodami
Immagine

Il Setter Irlandese è un cane da caccia  originario dell’Irlanda, con pelo rosso mogano, dall’aspetto elegante e regale. Da secoli accompagna i cacciatori nelle attività venatorie e viene considerato uno dei migliori cani da ferma mai esistiti.

socialità

  • Rapporto con la famiglia umana3
  • Rapporto con altri umani3
  • Rapporto con altri cani3
  • Rapporto con altri animali in casa0

attività

  • Attività fisica3
  • Giocosità3
  • Ricerca3
  • Riporto3
  • Guardia0

adattabilità

  • Vita in città1
  • Adatto come primo cane1
  • Adattabilità ai viaggi3
  • Tolleranza alle temperature calde3
  • Tolleranza alle temperature fredde3

cure e salute

  • Cura del pelo0
  • Predisposizione alle malattie1
  • Attenzione all'alimentazione0

motivazioni

  • Epimeletica3
  • Affiliativa3
  • Comunicativa3
  • Et epimeletica2
  • Somestesica1
  • Sociale3
  • Protettiva0
  • Territoriale0
  • Possessiva0
  • Competitiva0
  • Perlustrativa3
  • Predatoria3
  • Sillegica3
  • Esplorativa3
  • Di ricerca3
  • Cinestesica3
  • Collaborativa3
Che cosa sono le motivazioni?Scopri tutti i desideri e i bisogni dei cani

Il suo destino però nei secoli ha preso anche un’altra strada ed è quella del cane da compagnia. Proprio il suo aspetto ed il suo portamento hanno convinto molte persone che si trattasse di un “cane perfetto” per i salotti eleganti e signorili dell’aristocrazia moderna.

In realtà non bisogna lasciarsi ingannare: il Setter irlandese mantiene ancora oggi tutti i desideri, i talenti e le necessità che i cacciatori hanno minuziosamente selezionato nel tempo.

Come tutti i Setter, questo cane dal manto fulvo ha origini anglosassoni, più precisamente irlandesi, ma rispetto ai Setter Inglesi ha dimensioni maggiori, mentre i Setter Gordon (ovvero i cugini dal manto scuro focato) rispetto agli irlandesi hanno un’attitudine più diffidente. I Setter irlandesi infatti sono socievoli, attivi e vivaci e possono diventare grandi compagni di avventure, soprattutto per chi come loro ama gli spazi aperti e vuole prendersi il tempo di esplorare ogni angolo.

Origine

Irlanda

Standard

N° 120 / 02.04.2001

Gruppo 7 Cani da ferma

Sezione 2 Cani da ferma britannici ed irlandesi – Setter

Aspetto

Il Setter Irlandese è un cane di taglia medio grande dall’aspetto atletico e armonico. I

maschi possono raggiungere i  65 cm, mentre le femmine arrivano a 60. Il peso medio di un individuo adulto va dai 30 ai 35 chilogrammi. Il pelo è liscio di colore rosso mogano.

Motivazioni

Esplorativa, perlustrativa, predatoria, cinestesica, affiliativa, comunicativa, collaborativa, sociale intra e interspecifica, sillegica, epimeletica.

Amante di 

Correre in ampi spazi naturali, trascorrere il tempo in compagnia dei suoi umani all’aria aperta. Seguire gli odori e le piste. Giocare insieme alle sue figure di riferimento a cercare oggetti e persone.

Alimentazione, cura e mantenimento

Questa razza gode spesso di buona salute ed ha un’aspettativa di vita molto alta che gli permette di raggiungere anche i 15 anni.

Anche i Setter Irlandesi però potrebbero soffrire di displasia dell’anca e del gomito o di alcune malattie congenite legate alla vista, ed è quindi importante affidarsi ad allevatori esperti e attenti alla salute degli animali, che evitino di selezionare individui colpiti da queste patologie.

Origine e Storia

Immagine

Le prime notizie certe dell’allevamento di questa razza risalgono alla fine del 700, anche se è indubbio che già dal 1500 esistessero dei progenitori dei Setter sia in Francia che in Inghilterra.

Si può dire che il Setter Irlandese, come quello Inglese e il Setter Gordon, abbiano di fatto un’origine in comune con gli Epagneul, ovvero i cosiddetti Bracchi da quaglie o Chien d’oysel, diffusi inizialmente nella penisola iberica, per poi spostarsi sempre più a Nord fino a raggiungere Francia, Inghilterra, Germania e Olanda.

Gli allevatori locali, di fronte a questi straordinari cani, avrebbero poi provveduto a differenziare le razze in base alle necessità climatiche e del terreno.

Immagine
Setter irlandese in posa da ferma

Questi cani accompagnavano i cacciatori nelle attività venatorie ancora prima dell’avvento delle armi da fuoco.

Il loro compito era quello di individuare in maniera silenziosa il selvatico e, attraverso una postura immobile, detta “ferma”, segnalare la presenza della preda al cacciatore, il quale aveva quindi la possibilità di avvicinarsi per gettare una rete catturandola.

Esattamente come accadde anche in Inghilterra con i Setter Inglesi e i Setter Gordon (gli altri cani da ferma considerati anglosassoni), i cacciatori del tempo, consapevoli dell’importanza di questa particolare abilità, diedero inizio ad un massiccio intervento di selezione sulla base delle abilità dimostrate nelle attività venatorie che richiedevano questa postura.

Sebbene al giorno d’oggi la variante più diffusa sia quella rossa, è quasi certo che in origine il loro mantello presentasse solo alcune macchie rosse e fosse quasi completamente bianco.

Il Setter Irlandese bianco e rosso, che nel XIX secolo ha rischiato la scomparsa, è stato poi riconosciuto ufficialmente come razza a sé stante e ora vengono quindi considerati due cani diversi.

Il primo club di razza dedicato al Setter Irlandese rosso venne fondato nel 1886, quando fu pubblicato lo standard ufficiale.

Tra i volti noti che vissero con un Setter Irlandese si ricordano il presidente Richard Nixon e Re Baudouin, il reale del Belgio.

Motivazioni (desideri e bisogni)

Immagine

Il Setter irlandese viene considerato da alcuni un perfetto cane da compagnia per via del suo amore per il gruppo di appartenenza e la sua dedizione verso le figure di riferimento.

Non bisogna dimenticare però che è soprattutto un cane da caccia che ha una reale necessità di correre in libertà, esplorare ambienti nuovi e galoppare sereno verso il suo compagno umano dopo aver annusato tutte le radici, i rami, le buche e le foglie del bosco attraversato insieme.

Immagine

Non si tratta di un’esperienza da vivere solo una volta ogni tanto ma di una vera e propria abitudine di cui sente la necessità.

La sua motivazione cinestesica, abbinata a quella perlustrativa ed esplorativa infatti non sono altro che il riflesso di ciò che noi umani gli abbiamo chiesto per secoli: cercare la preda.

Le eredità lasciate dal suo passato da cacciatore sono evidenti anche per via della sua straordinaria motivazione affiliativa e collaborativa, anch’esse indispensabili nelle attività venatorie, ma ancora oggi apprezzate dai compagni umani che lo adottano per vivere una vita senza caccia e fucili.

Come molti cani da caccia inoltre, il Setter Irlandese doveva essere socievole con i suoi simili e in grado di muoversi silenziosamente. Queste due richieste lo hanno reso nei secoli un cane che solo raramente abbaia e molto difficilmente vive in maniera negativa le relazioni con gli altri cani.

Se possiamo ritenerlo un cane adatto alla compagnia di umani e altri cani, lo stesso non si può però dire con i gatti che ai suoi occhi da cacciatore potrebbero sembrare piccole prede da rincorrere.

Se si desidera che il Setter Irlandese conviva con altre specie bisogna fare in modo che si abitui sin da cucciolo e soprattutto che riconosca molto bene le situazioni in cui non mettere in pratica le sue grandi doti nella ferma.

Alcuni individui infatti potrebbero avere la tendenza a manifestare questa postura verso umani, gatti o altre specie che si muovono velocemente e in maniera improvvisa.

Proprio per questo motivo, sebbene si tratti di una razza che ama davvero sentirsi parte della famiglia, come per ogni cane anche nel caso dei Setter Irlandesi è importante sorvegliare sempre la relazione che instaura con i bambini e insegnare ad entrambi il modo corretto di porsi l’uno nei confronti dell’altro, come interagire in maniera piacevole e l’importanza del rispetto degli spazi.

Aspetto Fisico

Immagine

Il Setter Irlandese è un cane dalla corporatura snella e agile che gli conferisce un’andatura elegante. Un individuo adulto può superare i 60 centimetri di altezza e raggiungere anche i 35 chilogrammi di peso.

Il suo muso ha la caratteristica forma allungata dei cani da caccia e termina con un grande tartufo color mogano o nero.

Gli occhi sono color nocciola oppure marrone scuro, mentre le orecchie sono pendenti e hanno una piega netta che le porta ad aderire alla testa.

Ha un collo lungo, muscoloso e non troppo spesso, il torace è profondo e piuttosto stretto, sebbene le costole siano ampie, per lasciare spazio ai polmoni (uno strumento importante per i cani da caccia, chiamati a correre anche per lunghe distanze).

La coda è di media lunghezza, ha un’attaccatura piuttosto bassa e si assottiglia verso la fine.

Sebbene questa razza derivi dal cugino bianco e rosso, la suddivisione in due razze distinte avvenuta già molto tempo fa ha determinato che il Setter Irlandese abbia il mantello castano dorato, più o meno tendente al rosso, ma uniforme e privo di macchie.

Il suo mantello ha lunghezze diverse in base alla zona del corpo. Mentre la coda presenta una lunga frangia infatti, è invece corto sulle orecchie e sulla parte anteriore delle zampe.

Più lungo e fitto è invece il pelo del ventre e della parte posteriore delle zampe.

Cura e Salute

Come abbiamo visto il Setter Irlandese è un cane che generalmente gode di ottima salute.

Rimane però importante monitorare le articolazioni soprattutto durante il periodo della crescita per evitare l’insorgere di problematiche legate alla displasia.

Allo stesso modo è importante mantenere sotto controllo la salute degli occhi, i quali potrebbero essere colpiti da patologie congenite.

Il Setter Irlandese ha una perdita maggiore di pelo durante le stagioni di transizione, ma una volta terminate le mute, il mantello di questo cane non necessita di particolari cure se non regolari e delicate spazzolate con frequenza settimanale.

Trattandosi di una razza particolarmente longeva è bene ricordare che con l’avanzare dell’età diventa necessario aumentare la frequenza delle visite di controllo, in modo da prevenire problematiche legate all’anzianità.

Come ogni razza, anche il Setter Irlandese ha bisogno di una dieta sana ed equilibrata, le cui quantità vanno via via regolate in base all’impegno fisico.

La sua necessità di muoversi negli ambienti naturali, abbinata alla lunghezza del mantello, lo rendono una potenziale vittima di parassiti come le zecche. Indispensabile quindi la protezione con l’ausilio di antiparassitari.

Cosa fare con un Setter Irlandese

Immagine

Con un Setter Irlandese bisogna uscire di casa, dalle città, dai sentieri tracciati e aprire la propria mente per lasciarsi guidare dal suo mondo fatto di odori. Il click del guinzaglio che si stacca è per questo cane il momento in cui inizia davvero la passeggiata. Si allontanerà forse ma se vive una relazione gradevole con i suoi compagni umani avrà sempre voglia di tornare e lo farà con un’elegante galoppata che trasuda entusiasmo.

Per divertirsi davvero insieme si può decidere, anche prima che il cane sia completamente adulto, di iscriversi a corsi cinofili di ricerca olfattiva o ricerca di persone.

Attraverso questo genere di attività è possibile permettergli di vivere a pieno i suoi desideri stando però in contesti sicuri in cui un esperto può guidare i pet mate nella gestione dei momenti di libertà.

Alcuni Setter Irlandesi inoltre, per via del loro desiderio di collaborare con gli umani, potrebbero amare anche i giochi che richiedono il riporto di palline, frisbee o altri oggetti.

Questi giochi sono divertenti per tutti ma ricordatevi di non accontentarvi per tutta la durata della sua vita di svolgere attività così semplici: il Setter Irlandese è davvero tenace e intraprendente e con il tempo potrebbe annoiarsi.

Molto meglio invece nascondere la pallina e fargliela poi trovare grazie alle infinite abilità del suo lungo naso.

Relazione e contesto ideale

Immagine

Il Setter Irlandese cerca una famiglia che sappia fidarsi di lui. Una famiglia che pur apprezzando il suo meraviglioso aspetto esteriore non si fermi a questo ma voglia scoprire insieme a lui il mondo di opportunità che è la natura.

Per stare con lui bisogna alzare il ritmo e accettare con piacere che si tratta di un cane vitale, energico e vivace. Se preferite la calma e la sedentarietà, questa razza sicuramente non fa per voi.

Il Setter è inoltre solito allontanarsi molto da libero, e quindi non é adatto nemmeno per le persone che soffrono di ansia all'idea di perderlo di vista.

Vivere con un Setter Irlandese significa amare l’avventura e anche la compagnia di persone e cani, perché questi splendidi Setter sono anche grandi amanti della socializzazione.

Si tratta di un cane estremamente sensibile che risente facilmente delle discussioni in famiglia e soffre particolarmente la solitudine, quindi ha bisogno di figure di riferimento che sappiano porsi in maniera dolce e delicata con lui, senza credere di poterlo lasciare alla guardia di un giardino.

Questo destino infatti, è crudele per ogni cane, ma in particolare per chi come i cani da caccia, hanno una vera e propria ammirazione per chiunque si prenda cura di loro accompagnandoli nelle più diverse avventure.

Una giornata con un Setter Irlandese

Al suono della sveglia, il vostro Setter Irlandese che fino ad un attimo fa dormiva tra voi nel letto matrimoniale, si stiracchia lasciandovi solo piccoli angoli di materasso. Divertiti, guardate il suo enorme naso rosso e lo coccolate per qualche istante prima di alzarvi per preparare la colazione.

Lunghi stiracchi delle zampe anteriori e posteriori e poi energiche scodinzolate annunciano il suo arrivo in cucina, pronto per fare compagnia a tutti i componenti della famiglia fin dal primo mattino.

Poi si acciottola sul divano sempre senza perdervi di vista, con lo sguardo di chi spera di poter uscire il prima possibile.

Fortunatamente abitate in campagna e quindi la vostra giornata inizia sempre con una lunga passeggiata nei campi che circondano l’abitazione.

Avete l’abitudine di farlo tutti insieme e quindi l’uscita richiede un po’ di preparazione, ma il vostro Setter Irlandese lo sa e attende quindi che i bambini siano vestiti di tutto punto prima di arrivare a farsi mettere la pettorina.

Prendete in mano il guinzaglio e uscite dal cancello. Tra i campi di grano e nei fitti boschetti di querce, il vostro cane corre libero tornando sempre a sincerarsi della vostra presenza, finché un forte fischio (che avete imparato a emettere proprio per lui) gli ricorda che è arrivato il momento di tornare a casa.

Ma non sarà per molto perché oggi pomeriggio vi aspetta un gioco davvero divertente.

Al termine della giornata di lavoro infatti, andrete insieme dal vostro educatore cinofilo e proverete a capire se il vostro Setter Irlandese si diverte a cercare le persone. Giocherete quindi a nascondino fino quasi al tramonto e dopo lunghi chilometri corsi (per voi) e ampi spazi annusati (per lui), siete pronti a saltare di nuovo in macchina e tornare verso casa, dove il vostro Setter Irlandese si lascerà spazzolare mentre voi bevete una calda tazza di tè davanti al camino, come foste nell’Irlanda dei primi del 900.

Avatar utente
Claudia Negrisolo
Educatrice cinofila
Il mio habitat è la montagna. Sono nata in Alto Adige e già da bambina andavo nel bosco con il binocolo al collo per osservare silenziosamente i comportamenti degli animali selvatici. Ho vissuto tra le montagne della Svizzera, in Spagna e sulle Alpi Bavaresi, poi ho studiato etologia, sono diventata educatrice cinofila e ho trovato il mio posto in Trentino, sulle Dolomiti di Brenta. Ora scrivo di animali selvatici e domestici che vivono più o meno vicini agli esseri umani, con la speranza di sensibilizzare alla tutela di ogni vita che abita questo Pianeta.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social