Validato da Sonia Campa
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Consulente per la relazione uomo-gatto

Il gatto, che ha cominciato a condividere la vita con l'uomo e intrecciarsi alla sua storia circa 9.500 anni fa, è l'animale domestico più diffuso, e probabilmente più amato d'Europa. La convivenza tra queste due specie è un'esperienza che permette di arricchirsi l'un l'altro attraverso la conoscenza, il rispetto della diversità e la consapevolezza che esistono altri universi comunicativi. Non sempre però le nostre esigenze vanno incontro alle sue: il micio deve infatti adeguarsi alle mura domestiche e a tutti gli oggetti che abbiamo sparso per la casa, le cui funzioni sono per lui spesso sconosciute. Talvolta può capitare che il gatto con cui conviviamo metta in atto alcuni comportamenti che possono risultare per noi fastidiosi, ma che il micio assume inconsapevolmente e non di certo per arrecarci disturbo, come buttare la sabbietta fuori dalla lettiera o l'acqua fuori dalla ciotola. Ma perché lo fa?

Diversificare le attività

La principale motivazione che porta il micio a buttare l'acqua fuori dalla ciotola è che sente la necessità di diversificare le sue attività in un ambiente, come l'appartamento, dove spesso si annoia. È quindi per lui un'esperienza sensoriale alternativa a stare tutto il giorno sul letto, sul divano o steso sul pavimento e fare qualcosa di un po' diverso dal solito che lo faccia uscire dalla routine e dalla monotonia quotidiana. Il gatto ha bisogno infatti di muoversi e fare attività diverse, e la nostra casa rappresenta spesso per lui un luogo un po' limitante.

Bisogno di gioco

Il gatto mette in atto questo comportamento anche per gioco e ognuno lo fa nel suo personalissimo modo individuale: c'è chi infila le zampe nella ciotola, chi ci butta i giochi dentro e chi invece tutta la testa. Il bisogno di giocare è sempre collegato alla necessità di dover diversificare le attività: il gatto è infatti un animale curioso a cui piace sperimentare e l'ambiente domestico spesso lo annoia, ma sono tanti i giochi che possiamo proporgli per alimentare il suo entusiasmo. Molti di questi possono essere facilmente costruiti in casa come una cannetta da pesca con un giocattolo che faccia da esca o la piramide di cartone costituita dai tubi dei rotoli di carta igienica. Per spegnere la la monotonia e la noia dell'ambiente domestico cerchiamo quindi di proporgli delle attività e soprattutto di variare i giochi per alimentare la sua curiosità e il suo entusiasmo.

Curiosità per il proprio riflesso

Il gatto riesce a vedere la propria immagina riflessa nell'acqua o qualche luce che, riflettendosi nella ciotola, diventa un gioco molto attraente. Il micio potrebbe quindi cominciare a gettare l'acqua fuori dalla ciotola, sino ad arrivare a rovesciarla bagnando tutto il pavimento, per pura curiosità e divertimento. Ovviamente anche in questo caso dipende dalla sua personalità individuale: c'è chi è più vivace e curioso, e chi invece è meno propenso alla sperimentazione.

Dimensioni della ciotola

Anche la dimensione della ciotola può rappresentare un fattore discriminante: alcuni gatti potrebbero infatti sentirsi insicuri o non avere piacere a mettere la testa all'interno e di conseguenza potrebbero gettare l'acqua fuori o rovesciare del tutto il contenitore per poi bere dal pavimento. In questo caso il motivo potrebbe essere legato a dei bordi troppo alti della ciotola, che la rendono molto profonda e che impediscono una buona visuale, o dalle dimensioni troppo grandi o troppo piccole, o ancora dalla postazione.

Postazione della ciotola

Il gatto a volte può muovere la zampetta nell'acqua come se stesse cercando letteralmente di afferrarla, gettandola fuori o addirittura rovesciando la ciotola. Questo capita perché il micio può preferire consumare l'acqua in un posto più tranquillo e sicuro o su una superficie che gli piace maggiormente, come il pavimento di casa. In questo caso potrebbe anche farlo perché la ciotola è situata troppo in alto o in un luogo non facilmente raggiungibile che richiede quindi un cambio di postazione.

Pulizia dell'acqua

Si sa, i gatti ci tengono molto alla loro igiene personale e a volte risultano anche un po' "schizzinosi". Per questo motivo, ma non solo, è necessario cambiare l'acqua più volte al giorno e controllare che sia della temperatura giusta e sempre pulita. Se il micio la ritiene sporca potrebbe infatti gettarla fuori per berla dal pavimento.

Cosa fare se il gatto getta l'acqua fuori dalla ciotola?

Quando il gatto getta l'acqua fuori dalla ciotola non sta generalmente esprimendo uno stato di disagio e quindi non è necessario arginare questo comportamento. Se però volete proteggere il vostro pavimento di casa si può porre una tovaglietta per animali domestici sotto e nei dintorni della ciotola in modo che assorbi l'acqua che fuoriesce. Se il comportamento è di tipo giocoso è consigliabile cercare di coinvolgere maggiormente il gatto in attività ludiche per evitare che si annoi, proponendogli diversi giochi che può fare insieme a noi o in solitaria. Infine si può valutare una tipologia differente di ciotola, più adeguata per il gatto, con bordi più bassi o di dimensioni diverse, tenendo in considerazione la stazza del micio o posizionarla in un luogo più attraente e raggiungibile. Per ultimo, è possibile anche acquistare ciotole rialzate, particolarmente indicate per i mici che tendono a trascinarle e spostarle in giro per la casa.

Perché i gatti si leccano?

Le nostre aspettative sui gatti sono sempre realistiche?