Validato da Sonia Campa
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Consulente per la relazione uomo-gatto

Già dalle prime tre o quattro settimane di vita il gatto con cui conviviamo comincerà ad utilizzare autonomamente la lettiera: sarà infatti per lui spontaneo trovare un substrato cedevole, come la sabbietta, dove poter seppellire i propri bisogni. Compito nostro sarà esclusivamente quello di assumere alcuni accorgimenti per far sì che la lettiera sia quella giusta per il micio e che si senta a suo agio ad andarci. Talvolta però si potrebbe incappare in qualche comportamento che sembrerebbe, almeno all'apparenza, far perdere al gatto la reputazione di "animale pulitissimo", quasi schizzinoso: il micio scava vigorosamente gettando la sabbietta fuori dalla lettiera e sporcando, ahimè, tutto il pavimento. Ma perché lo fa? Cosa ci vuole comunicare?

In realtà, nonostante si pensi generalmente che il comportamento sia legato a un motivo di disagio, spesso non è così. Il micio infatti si trova a dover far i suoi bisogni in un posto limitato e il suo stile di "scavo" può essere molto vigoroso, causando quindi la fuoriuscita della sabbietta. La cassetta igienica che abbiamo scelto per lui potrebbe essere non adeguata al suo stile personale o alle sue dimensioni. Ecco alcuni suggerimenti per andare incontro alle caratteristiche comportamentali del gatto con cui conviviamo:

La posizione della lettiera

Quando espleta i propri bisogni il gatto scava per seppellirli e eliminarne così l'odore sgradevole che emanano. Se la lettiera è posizionata in un luogo troppo poco ventilato, il micio potrebbe sentire la necessità di scavare più vigorosamente e più a fondo per cercare ostinatamente di eliminare l'odore. In questo caso è consigliabile spostare la lettiera in un luogo più adeguato, lontano da rumori forti e dal passaggio di persone, pulito e con una migliore areazione. Bisogna ricordare però che il gatto è un animale abitudinario e non ama troppi cambiamenti: per questo motivo il cambio di postazione deve essere fatto gradualmente, spostando la cassetta igienica un po' alla volta, lasciandogli così il tempo di adeguarsi al cambiamento.

La dimensione della lettiera

Quando si sceglie la lettiera è molto importante valutare qual è la dimensione migliore: questa infatti non deve essere limitante per il micio, ma al contrario deve permettergli di avere lo spazio necessario per potersi muovere, girare su se stesso, sentirsi comodo e assumere la posizione che preferisce. Se la lettiera è troppo piccola il micio potrebbe sentirsi costretto in uno spazio troppo limitato e causare il comportamento di scavare più vigorosamente e più a lungo, buttando la sabbietta fuori dal contenitore. In questo caso è consigliabile cambiare la lettiera e acquistarne una di grandi dimensioni, circa il doppio della lunghezza del gatto.

La quantità di sabbietta

La quantità di sabbietta può essere un fattore determinante per innescare questo comportamento nel gatto. Se infatti è troppo poca, il micio potrebbe ostinatamente cercare di scavare sempre più a fondo per tentare di coprire al meglio i suoi bisogni. In questo caso bisogna stare attenti a non essere troppo parchi con le quantità: la sabbietta dovrebbe costituire uno strato di almeno circa 5 centimetri.

I bordi della lettiera

I bordi della lettiera sono un elemento importante da considerare: se infatti sono troppo bassi la sabbietta potrebbe cadere fuori dal contenitore mentre il gatto è intento a scavare. In questo caso è consigliabile acquistare una lettiera con i bordi più alti, facendo in modo che l'ingresso rimanga ugualmente accessibile. Se il micio è infatti giovane potrebbe non avere problemi a scavalcare dei bordi alti, lo stesso però non vale per il cucciolo o il gatto anziano.

La pulizia della lettiera

Il gatto è un animale che tiene particolarmente alla sua igiene personale. Se la sabbietta non viene pulita adeguatamente, il micio potrebbe scavare vigorosamente per cercare un luogo pulito dove poter espletare e seppellire i nuovi bisogni o cercare di coprire il più possibile quelli vecchi. Pulire più frequentemente la cassetta igienica potrebbe quindi portare anche una maggiore pulizia del vostro pavimento di casa.

Cosa fare se il gatto butta la sabbietta fuori dalla lettiera?

Ci sono anche altre possibili soluzioni da valutare, considerando l'individualità e le preferenze specifiche del gatto. Una di questa è la lettiera chiusa che non permette alla sabbietta di fuoriuscire. Nonostante abbia il vantaggio di essere più facile da pulire, bisogna considerare che trattiene anche maggiormente gli odori e richiede una pulizia più frequente. Ad alcuni mici inoltre potrebbe non piacere e dar loro un senso di costrizione, come se fossero in "trappola", mentre altri potrebbero sentirsi a loro agio garantendosi così una maggiore privacy. In alternativa, vi sono anche delle cassette igieniche dotate di un sistema di purificazione dell'aria così da eliminare costantemente i cattivi odori.

Perché un gatto dormirebbe in lettiera?