Un bradipo è stato recuperato con successo dopo essersi arrampicato su un palo elettrico nella provincia di Antioquia, in Colombia. L'animale aggrappato ai cavi elettrici rischiava seriamente di restare folgorato e così i testimoni hanno subito allertato le autorità. Immediato è stato l'intervento dei dipendenti della Empresas Publicas de Medellin, la società che gestisce diversi servizi pubblici in Colombia.

È stato Victor Hugo Lopez, dipendente dell'EPM, a salire per cercare di recuperare l'animale. Ci sono voluti circa 20 minuti e l'aiuto di una scopa, ma alla fine il bradipo è stato recuperato incolume, portato giù e rilasciato di nuovo in natura il giorno stesso.

Si tratta per l'esattezza di un bradipo didattilo di Hoffmann (Choloepus hoffmanni), una delle sei specie esistenti di bradipi che assieme a quello di Linneo (Choloepus didactylus) fanno parte della famiglia Choloepodidae, i bradipi "dalle due dita".

Un bradipo di Hoffmann nella foresta del Costa Rica
in foto: Un bradipo di Hoffmann nella foresta del Costa Rica

Tutti i bradipi vengono infatti suddividi in due grossi gruppi: quelli con tre dita e quelli con due. Nonostante questa denominazione, tutti i bradipi hanno in realtà tre dita su ciascun arto posteriore, mentre le due specie appartenenti alla famiglia Choloepodidae ne hanno due solamente su quelli anteriori.

Il bradipo di Hoffmann è un animale solitario e in buona parte notturno, diffuso in varie zone dell'America centrale e meridionale. Come tutti gli altri bradipi è lentissimo e ama passare quasi tutta la sua giornata sugli alberi, spesso dormendo. Proprio per questo capita che finiscano per arrampicarsi su tralicci e pali della rete elettrica, finendo spesso per rimanere folgorati.

Tutti i bradipi sono arrampicatori professionisti, possono perciò finire spesso per aggrapparsi ai cavi elettrici morendo folgorati
in foto: Tutti i bradipi sono arrampicatori professionisti, possono perciò finire spesso per aggrapparsi ai cavi elettrici morendo folgorati

L'elettrocuzione, assieme al commercio illegale, è infatti una delle minacce principali per la sopravvivenza dei brapidi in natura. Secondo il Toucan Rescue Ranch, un centro di recupero per la fauna selvatica, il contatto con i cavi elettrici è la prima causa di morte e di ingresso nei centri di riabilitazione in Costa Rica.

D'altronde il rischio elettrico rappresenta una minaccia reale per molte specie arboricole e uccelli, soprattutto rapaci, un po' in tutto il mondo. Al bradipo colombiano è andata fortunatamente bene, ma anche se negli ultimi anni si sta facendo molto per isolare i cavi elettrici e ridurre la morte per elettrocuzione degli animali selvatici, c'è ancora molto da fare per rendere davvero sicure per tutti, umani e animali, le nostre reti elettriche.