Un video diventato virale sui social e ripreso da diversi media internazionali mostra una ragazza di 17 anni che spinge un esemplare di orso nero americano (Ursus americanus) giù dal muretto del giardino di casa. L'evento è avvenuto in California quando una mamma orso, insieme ai suoi due cuccioli, ha cominciato a camminare sulla parete divisoria del giardino della diciassettenne Hailey Morinico. L'orsa è stata poi avvistata dai cani della ragazza che hanno cominciato ad abbaiarle contro per allontanarla. Lei, di conseguenza, ha reagito tentando di colpirli con le grosse zampe. Hailey, sentiti i rumori, è corsa sul posto e si è avventata contro l'orsa facendole perdere l'equilibrio e facendola così cascare giù dal muretto. Ha poi preso in braccio l'ultimo cagnolino rimasto e si è rifugiata in casa. L'evento è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza del giardino e condiviso dalla madre di Haily su Facebook, che ha commentato che «è stato uno dei momenti più spaventosi della sua vita».

La ragazza ha poi dato la sua versione dell'accaduto sul suo profilo Tik-Tok dichiarando che il suo è stato un gesto impulsivo. Non aveva capito infatti si trattasse di un orso ma, vedendo i suoi cani in pericolo, si è gettata d'istinto per salvarli. I tanti commenti al video condiviso sul suo profilo sono stati molto positivi e l'hanno ritratta come una vera e propria "tosta" o "eroina" per aver salvato i cani con cui convive sprezzante del pericolo. Ecco il video che ha condiviso sul social:

@tempurashrimp

Reply to @cynthiaromeroo #greenscreen STORY TIME ABOUT THE BEAR if u have questions I’ll answer in the comments :)

♬ original sound – secks haver 😎

Cosa sarebbe successo se Hailey non fosse intervenuta?

Ma cosa sarebbe successo se la ragazza non fosse intervenuta? «È un po' difficile da prevedere» – suggerisce Federica Pirrone, etologa e membro del Comitato Scientifico di Kodami – «L'orsa stava passando di lì attirata probabilmente da qualche odore interessante, forse derivante da un barbecue in giardino finito da poco, e si è trovata improvvisamente attaccata dai cani. A questo punto potevano succedere due cose: o l’orsa se ne andava cacciata dai cani, soprattutto da quello più grosso, o scendeva dal muretto attaccando probabilmente il cane più piccolo. Tutto dipende però dalla motivazione dell'orsa». L'orsa infatti era in compagnia dei suoi due piccoli e se questi fossero stati messi in pericolo sicuramente la mamma avrebbe fatto di tutto per proteggerli. «Il fatto che i cuccioli se ne siano andati mi fa pensare che l'orsa non avesse poi una così alta motivazione a scendere dal muretto e credo che probabilmente se ne sarebbe andata anche senza l'intervento di Hailey – Continua l'etologa Federica Pirrone – Quello che è successo è comunque molto pericoloso. La ragazza ha reagito d'istinto, come succede quando il cane con cui conviviamo bisticcia con un altro e ci mettiamo in mezzo rischiando di peggiorare la situazione. È difficile controllarsi quando si vuole proteggere qualcuno a cui si vuole bene, ma credo che la cosa migliore da fare in questo caso sarebbe stata richiamare i cani e rifugiarsi in casa, aspettando che l'orsa se ne andasse, cosa che credo avrebbe fatto in poco tempo. Inoltre, nelle aree urbane dove gli orsi sono abbondanti e tendono ad avvicinarsi bisogna rendere le zone domestiche come il giardino meno accessibili».

Incontri con gli orsi, come comportarsi

Hailey è in realtà è sicuramente stata molto coraggiosa o più che altro ignara del pericolo che si trovava davanti. L'"incontro" con l'orsa fortunatamente non le ha causato gravi conseguenze: come si evince dal video la ragazza ha riportato solo una contusione al dito. Le cose sarebbero però potute andare molto diversamente: in questi casi infatti bisognerebbe rimanere in casa o cercare di prevenire che un esemplare del genere possa avere libero accesso alle abitazioni. Inoltre, se l'intervento è necessario, come in questo caso, sarebbe meglio utilizzare una fionda o qualcosa che faccia un forte rumore piuttosto che avere un contatto diretto, come suggerisce il naturalista Christopher Nyerges.

In California spesso gli orsi si avvicinano ai centri abitati

In California non è raro che gli orsi neri americani si avvicinino così tanto alle città e alle abitazioni: sono infatti animali endemici del Nord America che vivono principalmente nelle zone boschive, ma spesso si allontanano da queste per dirigersi verso le aree urbane attratti da cibo di facile accesso come i rifiuti. Proprio per questo è necessario prevenire l'ingresso degli animali sia all'interno delle abitazioni che nelle città, inserendo ad esempio dei bidoni della spazzatura a "prova di orso". L'avvicinamento alle zone antropiche è infatti pericoloso non solo per noi ma anche per l'orso: sempre di più questi esemplari muoiono a causa di collisioni automobilistiche o per il conflitto con l'uomo.

Un orso nero ripreso mentre passeggia tra le strade del North Carolina