6 Maggio 2021
14:16

A ogni specie la sua mente: gli animali intelligenti

Quali sono gli animali più intelligenti del pianeta? In realtà non c'è una risposta univoca a questa domanda: ogni specie ha infatti evoluto delle capacità cognitive specifiche per le sfide che ogni giorno deve affrontare. Dal maiale ai corvi, ecco gli animali dotati di eccellenti abilità cognitive.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
63 condivisioni
Immagine

Per secoli si è avuta la convinzione, quasi certezza, che la nostra specie fosse la più intelligente del pianeta, anzi l'unica tra tutte dotata di vera intelligenza. Questo perché l'uomo è sempre stato considerato l'apice e il metro di paragone con cui confrontare le capacità e le abilità di tutti gli altri animali. Questa concezione antropocentrica è però ormai superata: gli animali infatti sono dotati di diverse capacità cognitive che dipendono dall'ambiente in cui vivono e dalle sfide che ogni giorno devono affrontare.  Proprio per questi motivi le capacità cognitive di ogni specie non saranno mai univoche e non è possibile paragonarle tra loro, ma al contrario ognuna ha una sua intelligenza coerente con lo stile di vita che ha evoluto. La bellezza della biodiversità si esprime anche attraverso queste differenze, scopriamo quindi alcuni degli esempi più affascinanti di queste diverse intelligenze animali.

Maiale (Sus scrofa domesticus)

Immagine

Il maiale è considerato uno degli animali domestici più intelligenti, anche se forse non si direbbe quando lo si osserva rotolare nel fango senza pudore. È stato dimostrato ad esempio, in uno studio pubblicato su Animal Behaviour, che i maiali riescono a capire dov'è posizionata una ciotola con del cibo osservando solo l'immagine riflessa allo specchio: questo vuol dire che hanno un'alto livello di consapevolezza e riescono a estrapolare e rielaborare le informazioni. È stato visto inoltre che riescono a spostare con il muso il cursore sullo schermo di un video e riconoscere disegni già visti da quelli nuovi.

Polpi

Immagine

I polpi sono un gruppo di molluschi conosciuti per le loro innumerevoli capacità e abilità cognitive. Tra gli aspetti più studiati in questa specie vi è sicuramente l'apprendimento: sembra infatti che i polpi abbiano un'ottima memoria spaziale, ossia riescono a ricordare la posizione degli oggetti e rielaborare dei percorsi fatti in precedenza. Inoltre sono molto bravi anche nell'utilizzare degli strumenti: sono stati osservati infatti esemplari della specie Amphioctopus marginatus che riadattano dei gusci di cocco per trasformarli in un rifugio. Infine riescono addirittura a svitare dei coperchi di un contenitore per raggiungere il cibo all'interno e ricordare le soluzioni ai puzzle. Incredibile, no?

Pappagallo cenerino (Psittacus erithacus)

Immagine

Il pappagallo cenerino è una specie che vive in Africa equatoriale ed è considerato uno dei pappagalli più intelligenti al mondo. Le sue capacità cognitive sono davvero incredibili: è stato dimostrato ad esempio che questi uccelli riescono ad apprendere delle sequenze numeriche e imparare più di 100 parole per distinguere gli oggetti. Per di più riescono ad associare la voce al volto della persona e inventare addirittura parole nuove per indicare degli oggetti di cui non conoscono il nome.

Orca (Orcinus orca)

Immagine

L'Orca è un maestoso cetaceo che vive negli oceani di tutto il mondo, e rappresenta un predatore all'apice della catena alimentare. Le sue abilità migliori risiedono nelle sofisticatissime strategie di caccia che variano da regione a regione e possono addirittura essere tramandate e insegnate alle generazioni successive. Tra queste strategie alcune meritano davvero di essere menzionate: le popolazioni argentine ad esempio si spiaggiano volontariamente sulla costa per catturare i leoni marini che si trovano improvvisamente in trappola. Le popolazioni antartiche invece sono ancora più sofisticate: quando vedono delle foche sulle lastre di ghiaccio generano delle onde per farle scivolare in acqua e cibarsene. Inoltre questa specie comunica soprattutto attraverso le vocalizzazioni, ma non solo: ogni gruppo sociale, chiamato pod, ha il proprio dialetto, un po' come avviene per la nostra specie.

Scimpanzé (Pan troglodytes)

Immagine

Lo scimpanzé è una scimmia antropomorfa che vive nelle savane dell'Africa tropicale e rappresenta la specie, insieme al bonobo (Pan paniscus), più vicina all'uomo. Le abilità di questa specie sono davvero strabilianti ma una è particolarmente conosciuta: la capacità di utilizzare alcuni strumenti per procacciarsi il cibo. Uno degli alimenti preferiti dallo scimpanzé è rappresentato infatti dalle termiti che vivono nascoste in profondità sotto tumuli di terra. Per raggiungerle lo scimpanzé non si perde d'animo: prende dei bastoncini, rocce o altro materiale e li modifica ad hoc per estrarle dal terreno e cibarsene. Altri studi interessanti riguardano invece l'apprendimento del linguaggio umano: negli anni 60 infatti due ricercatori. Allen e Beatrix Gardner. hanno insegnato ad uno scimpanzé, di nome Washoe, ben 151 segni. Ma non solo: Washoe ha addirittura tramandato questo sapere ad altri esemplari di scimpanzé, incluso il suo figlio adottivo Loulis.

Delfini (Delphinidae)

Immagine

I delfini sono un gruppo di cetacei marini che, come le orche, sono da sempre considerati tra gli animali più intelligenti del pianeta. Hanno cervelli grandi e complessi e in alcune specie il rapporto massa cerebrale/massa corporea è maggiore di quella umana. Sono in grado di risolvere problemi complessi e di instaurare sofisticate interazioni sociali. Molti studi evidenziano le loro incredibili capacità di apprendimento e che possono trasmettere culturalmente alle generazioni successive in svariati aspetti della loro vita: comunicazione, caccia, socialità. Hanno consapevolezza di sé, cooperano con altre specie, compresa la nostra, e alcuni delfini australiani utilizzano persino le spugne di mare per proteggere i loro rostri dai duri e taglienti coralli. Tutte caratteristiche e comportamenti che richiedono enormi capacità cognitive, quasi uniche in tutto il regno animale.

Cane (Canis lupus familiaris)

Immagine

I cani hanno delle capacità e abilità davvero strabilianti: data la lunga storia di convivenza con l'uomo sono diventati espertissimi nel comunicare con la nostra specie e comprendere i gesti umani. Non è facile però valutare l'intelligenza dei cani: spesso infatti la valutazione si basa rapportando le capacità canine a quelle umane e, inoltre, ogni cane è un individuo a sé con le sue motivazioni di razza ma anche con la sua personalità. Gli studi sull'intelligenza canina si sono focalizzati soprattutto sulle loro eccellenti capacità di apprendimento: un caso famoso ad esempio è quello di Rico, un Border Collie che è riuscito a imparare più di 200 parole.

Gatto (Felis silvestris catus)

Immagine

Il gatto è considerato meno "intelligente" rispetto al cane: uno studio infatti pubblicato su Frontiers in Neuroanatomy dimostra che possiede meno neuroni corticali e sarebbe quindi, di fatto, meno cervellone. Tuttavia, spesso ci si dimentica che è sbagliato confrontare animali tanto diversi per biologia e struttura sociale. Se il cane, animale sociale per eccellenza, sembra avere maggiori capacità comunicative e di organizzazione, i gatti invece eccellono in altre capacità come una maggiore flessibilità cognitiva e intuito. Ciascun animale ha capacità intellettive diverse, e non ci sono vinti o vincitori.

Elefanti africani (Loxodonta sp.)

Immagine

Gli elefanti africani sono ritenuti tra gli animali più intelligenti sul Pianeta. Possiedono infatti il cervello più grande tra tutti i mammiferi terrestri e una neocorteccia e una complessità cerebrale molto simile alla nostra. Inoltre sono tra le poche specie a riuscirsi a riconoscere allo specchio, una capacità probabilmente collegata con la consapevolezza di sé, e dimostrata recentemente anche nei cavalli. Sono dotati infine anche di un'ottima memoria, capacità empatiche e cooperative, queste ultime al pari dello scimpanzé.

Corvi (Corvidae)

Immagine

I corvi sono una famiglia di uccelli particolarmente conosciuta per la spiccata intelligenza. Sono infatti tra i pochi animali a riuscire a riconoscersi allo specchio e mostrano anche comportamenti complessi legati al lutto, paragonabili quasi ai funerali umani: le gazze (Pica pica) infatti sono state osservate mentre si avvicinavano ad un cadavere di un esemplare morto beccandolo e deponendogli nelle vicinanze dei fili d'erba, un po' come facciamo noi umani quando lasciamo i fiori sulle tombe.

Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views