Sadie è un pastore tedesco femmina di sei anni e la convivenza tra i due è iniziata a settembre 2020, quando Brian ha deciso di adottarla. Sadie, infatti, era stata lasciata dalla famiglia precedente in un rifugio del New Jersey, il Ramapo-Bergen Animal Refuge.

Quando Sadie ha visto Brian Mayer crollare sul pavimento, si è accovacciata accanto a lui e il suo istinto le ha fatto capire che c’era qualcosa che non andava. Così ha iniziato ad abbaiare e a leccargli il volto permettendo a Brian di riprendere i sensi e di aggrapparsi al suo collare. Sadie lo ha trascinato fino al telefono e così Brian ha potuto chiamare i soccorsi.

Spesso i cani come lei, non più cuccioli e di taglia grande, faticano a trovare una nuova casa. Il pastore tedesco in genere è un un cane attento e protettivo e Brian è riuscito a conquistare la sua fiducia donandole il calore di una vera famiglia: «Ho adottato Sadie» – ha commentato Brian – «sapendo che aveva problemi con gli uomini, ma è stata la migliore decisione che io abbia mai preso perché è incredibilmente affettuosa ed è diventata la mia migliore amica». Quella notte, che poteva finire in tragedia, Sadie ha ricambiato con quel gesto d’affetto che Brian ha sempre provato per lei. Dopo aver contratto il Coronavirus a gennaio ed essere stato colpito dall’ictus, la preoccupazione più grande di Brian, è stata di non potersi prendere più cura di Sadie. Per questo motivo, il rifugio che l’aveva ospitata, li ha supportati avviando una raccolta fondi. Dopo un periodo di degenza all’istituto statunitense di riabilitazione Kessler, Sadie e Brian sono tornati a casa insieme.

Arlo, il cane poliziotto colpito da due proiettili, torna a casa come un eroe