Che bella l'estate, vero? Il mare, la montagna, le vacanze e… le zanzare. La stagione estiva è infatti il periodo di maggiore attività di questi fastidiosi ditteri ma nonostante l'invasione vi sarà certamente capitato di notare che questi insetti sembrano avere una certa predilezione per alcune persone specifiche. Ma cosa spinge le zanzare a prendere di mira soprattutto alcuni individui lasciando in pace invece altri? «Ho il sangue buono» come dicono in molti ha qualche riscontro nella realtà? In verità sono diversi i fattori che attirano le pericolose zanzare e sono il più delle volte legati all'odore, piuttosto che la sapore. Non si tratta però solo del sangue, vediamo quindi tutto ciò che ci rende irresistibili agli occhi (e all'olfatto) delle zanzare.

L'odore

Il nostro odore può fare la differenza tra l'essere presi di mira da questi insetti succhiasangue oppure no. La pelle emana infatti circa 350 sostanze odorose differenti e molte di queste attirano le zanzare. L'odore può però essere molto differente da persona a persona ed è influenzato dalla genetica, dalla dieta, dallo stile di vita e dai cambiamenti ormonali. Molte di queste sostanze odorose dipendono anche dai batteri che vivono sulla nostra pelle e ognuno di noi possiede una comunità microbica differente. È stato dimostrato che alcuni di questi attirano maggiormente le zanzare mentre possedere una biodiversità microbica molto elevata aiuta ad attirarne meno.

Il gruppo sanguigno

A quanto pare diversi studi hanno dimostrato una certa predilezione per alcuni gruppi sanguigni piuttosto che altri. Le zanzare sono in grado di riconoscerli grazie a particolari molecole odorose rilasciate dalla pelle e prediligono di gran lunga il gruppo 0. In ordine decrescente di preferenza troviamo poi il gruppo B, poi quello AB e in ultimo quello A, che viene punto addirittura la metà rispetto al gruppo 0. Se non possiamo per ovvi motivi cambiare il nostro gruppo sanguigno per attirare meno zanzare si può invece lavorare su altri fattori comportamentali, anche questi considerati irresistibili dai ditteri.

La taglia

Le zanzare sono attratte soprattutto dalla CO2 che produciamo e più siamo grossi più ne rilasciamo attraverso la respirazione. Le persone minute o di corporatura esile vengono quindi punte molto meno di quelle di taglia grande, che inconsapevolmente ne attirano molte di più.

La gravidanza

Come per la taglia anche essere in dolce attesa ha come conseguenza una maggiore produzione di CO2. Le donne incinte infatti devono respirare per due e producono circa il 20% in più di anidride carbonica rispetto alla norma. Hanno anche una temperatura del corpo più elevata ed è per questo quindi che rientrano tra le vittime preferite di questi fastidiosi ditteri.

Il colore dei vestiti

Potrà sembrare strano ma diverse specie di culicidi sono particolarmente attratte dai colori scuri. Il colore preferito in assoluto sembra essere il nero, seguito dal rosso, dal blu e dal grigio. Meno attraenti sono invece quelli chiari come il verde e il giallo, che a quanto pare non sono graditi da questi ditteri. Attenzione quindi a quale abito da sera indossate.

Bere birra

Anche bere alcolici rientra tra le attività che maggiormente attirano le zanzare. Uno studio del 2002 ha permesso di dimostrare che le persone che avevano bevuto birra attiravano molte più zanzare di quelle sobrie. Anche in questo caso l'odore sembra essere il fattore chiave attira-zanzare: la metabolizzazione dell'alcol da parte del nostro organismo produce infatti sostanze odorose particolarmente gradite dai culicidi.

Fare attività fisica

Muoversi e fare sport all'aperto aumenta sensibilmente la sudorazione, la temperatura corporea e il rilascio di sostanze odorose: un mix letale di fattori attira zanzare. Anche il semplice movimento in sé sembra però funzionare piuttosto bene come attrattore. Se ti muovi molto probabilmente sei vivo e vale la pena svolazzare per dare un'occhiata (e un'annusata). O almeno è così che immaginiamo il ragionamento di una zanzara.

Stare in gruppo

Infine persino stare in compagnia può attirare un numero maggiore di zanzare: più persone tutte insieme significa più anidride carbonica rilasciata. E maggiore è la CO nell'aria più è facile essere rintracciati e punti dai ditteri.

A cosa servono le zanzare (e perché sono importanti e non possiamo farne a meno)