Validato da Sonia Campa
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Consulente per la relazione uomo-gatto

Quando conviviamo con un gatto sono sicuramente tanti i momenti in cui interagiamo, lo accarezziamo, ci osserviamo a vicenda e ci lasciamo travolgere dalla sua curiosità e dal suo fascino. Allo stesso modo, sono tanti anche i momenti in cui ognuno fa le sue cose, sta in disparte, ma alla base c'è una relazione così solida che ci permette di stare connessi l'un l'altro pur stando lontani. A volte il micio può anche mostrare dei comportamenti nei nostri confronti un po' particolari e ai quali non riusciamo proprio a dare una spiegazione. Tra questi, ad esempio, vi sarà probabilmente capitato che il gatto cominci a leccarvi i capelli e, mentre a lui sembra proprio piacere, a noi magari piace un po' meno, soprattutto se abbiamo la chioma ben pulita e le leccate ci rovinano l'acconciatura. Ma perché il gatto lo fa? Vuole davvero comunicarci qualcosa?

Per esprimere affetto

Il gatto è solito leccarsi, un comportamento molto importante che viene definito self-grooming e che ha come principale scopo quello di tenere pulito il mantello attraverso la lingua, che contiene dei piccoli e duri uncini rivolti verso la gola, chiamati papille. Ma non solo: il self-grooming serve anche a favorire la termoregolazione, a diffondere il proprio odore su se stesso e nell'ambiente e a rilassare i muscoli. A volte i gatti lo fanno anche con altri individui, spesso i propri parenti, toelettandoli e facendoli rilassare, rappresentando così un comportamento atto a rafforzare le relazioni sociali e a provocare piacere nell'altro. Quando il gatto lecca i nostri capelli quindi potrebbe farlo con un'intenzione simile e starci mostrando tutto il suo affetto.

Per cura

Il gatto può leccare i nostri capelli anche perché gli richiamano l'idea del mantello e quindi come un gesto di cura nei nostri confronti, così come lo fanno con i loro conspecifici. Un po' come se volesse aiutarci a tenere in ordine la nostra chioma.

Per il gusto e l'odore

Il micio potrebbe mostrare questo comportamento anche semplicemente perché gli piace l'odore o il sapore dei nostri capelli, dovuto a qualche particolare prodotto che utilizziamo. Anche gli oli che si trovano naturalmente nella nostra chioma possono risultare molto piacevoli per il micio e indurlo a ripresentare questo comportamento.

Per rinforzo positivo

Il gatto può essere stato indotto a ripetere questo comportamento perché c'è stato un esito positivo: se infatti quando ci lecca i capelli lo accarezziamo o gli dedichiamo particolari attenzioni, il gatto potrebbe riproporlo più spesso, conscio che se lo fa c'è qualcosa di bello ad aspettarlo.

Cosa fare per farlo smettere

Leccare i capelli al proprio pet mate non è un comportamento che ha risvolti negativi, né che deve preoccupare in alcun modo, motivo per cui non è necessario arginarlo. Se però ci da particolarmente fastidio o diventa troppo insistente, possiamo cercare di non rinforzare il comportamento ma, al contrario, indurre il micio a desistere. Ad esempio, è consigliabile non interagire con il gatto quando si avvicina e comincia a leccarci i capelli, né di rispondere in maniera positiva con carezze o attenzioni ma, al contrario, cerchiamo di allontanarci evitando qualsiasi tipo di interazione, anche solo visiva. In questo modo, molto probabilmente il micio ridurrà notevolmente la frequenza del comportamento. In alternativa, possiamo spruzzare sui capelli un profumo che siamo sicuri che al gatto non piaccia, come ad esempio una fragranza agli agrumi, generalmente poco apprezzata da questi felini.

Perché i gatti leccano e perché all'improvviso mordono

Perché il gatto morde?