Tutti i pet mate di un cane maschio sapranno benissimo che il loro fido compagno adora andarsene in giro a marcare il territorio facendo la pipì su muri, pali ed alberi. Tutti i cani maschi, infatti, raggiunti i 7-8 mesi di età, cominciano a fare i propri bisogni alzando la zampetta: ma perché questo avviene? E c’è differenza se il nostro amico a 4 zampe alza la zampa destra, piuttosto che quella sinistra?

Incominciamo con il dire che, i cani maschi, fanno la pipì alzando la zampa posteriore per cercare di orientare il getto e per farla il più in alto possibile. Alla base di questo comportamento c’è l’esigenza di marcare il territorio, di coprire l’odore di possibili rivali e indicare la propria presenza in quell’area, ma non è tutto. Fido potrebbe farla tranquillamente anche a terra, ma alzando la zampa ha più possibilità che il suo odore rimanga più a lungo e più in alto, senza essere, a sua volta, coperto dagli odori di altri cani.

Che differenza c’è se il cane quando fa pipì alza la zampa destra o zampa sinistra?

Per quanto riguarda invece la zampa che il cane alza per fare i suoi bisogni, c’è invece un’altra spiegazione. Il cervello del cane funziona esattamente come il nostro, quindi possiamo presupporre che un cane che sta alzando la gamba destra per fare pipì stia facendo lavorare di più l’emisfero sinistro, cioè quello deputato ai processi razionali. Un cane che sta alzando la zampa sinistra, invece, sta facendo lavorare l’emisfero destro del cervello, deputato di più all’aspetto emozionale.

Può trattarsi quindi di un comportamento che indica l’indole del nostro cucciolo o semplicemente del modo in cui il nostro cane si sente in quel momento. Può capitare, inoltre, che ad alzare la zampa per fare la pipì sia un cane femmina. Raro ma non impossibile, questo atteggiamento appartiene alle cagnoline più forti e sicure di sé.

Cani adulti e bisogni tra le mura domestiche: le cause e come comportarsi

Aiuto, il mio cucciolo fa pipì!