Salvata da un cane, un American Staffordshire Terrier che non ha esitato a scagliarsi contro l’uomo che la stava aggredendo mettendolo in fuga e salvandole con tutta probabilità la vita.

La storia arriva da Rimini, dove domenica sera una donna di trent’anni è stata aggredita nel piazzale davanti alla stazione ferroviaria dall’ex compagno armato di taglierino. La donna ha raccontato agli agenti della Polfer, i primi a intervenire per soccorrerla, che l’uomo l’ha colpita prima con calci e pugni e poi l’ha attaccata con il taglierino puntando al viso. A salvarla è stato l’intervento del cane di un’amica che era con lei davanti alla stazione, un Amstaff che, stando a quanto riferito dalle due donne e da alcuni testimoni, prima si è messo ad abbaiare contro l’aggressore e poi lo ha morso costringendolo alla fine a fuggire.

Al loro arrivo i poliziotti hanno trovato la donna sanguinante e l’amica con il cane al guinzaglio. Sotto choc, la trentenne ha raccontato l’aggressione e ha rivelato che le violenze, fisiche e psicologiche, andavano avanti ormai da ormai sette mesi, episodi mai denunciati per paura.

Portata subito in ospedale  è stata medicata e poi dimessa con una prognosi di 25 giorni il giorno successivo, mentre gli investigatori della squadra mobile hanno fatto partire le ricerche nei pressi della stazione riuscendo a rintracciare l’aggressore, un cittadino tunisino, lunedì mattina. L’uomo è stato traferito in carcere in attesa di convalida dell’arresto: un’esperienza terribile, che senza l’intervento provvidenziale del cane avrebbe potuto finire molto peggio, e che testimoniano l’estremo attaccamento e l’enorme potenziale di cani come Pitbull, Amstaff e Bull Terrier a umani di riferimento in grado di sviluppare con loro un rapporto che tiene conto delle loro motivazioni e della loro storia, come abbiamo più volte spiegato su Kodami.

L'Amstaff, in particolare, ha un carattere molto simile al Pitbull, di cui è diretto discendente. Ha un'alta motivazione cinestetica, competitiva, possessiva e predatoria, che lo rendono un un cane dalle mille potenzialità, pieno di energie e sempre in movimento. Al contempo però ha anche una spiccata motivazione epimeletica, ossia la voglia di prendersi cura dell'altro, e affiliativa, che lo rendono un tenero cucciolo con cui condividere momenti di relax e affetto.

Sono cani di famiglia più amati per il loro cuore d'oro e l'animo docile, e solitamente preferiscono evitare interazioni con altri cani o animali. Sono cani che vanno conosciuti a fondo e accompagnati con attenzione e consapevolezza nel loro percorso di scoperta del mondo e della relazioni, e spesso diventano purtroppo vittime di incomprensioni e malagestione da parte di adottanti incapaci di comprendere le loro caratteristiche.