Runa, una cucciola di Weimaraner di quattro mesi, è diventata l'eroina della piccola comunità di Montercorvino Rovella, in provincia di Salerno, dove la mattina del 18 gennaio 2022 ha salvato la vita ad un'anziana del posto che si era ferita gravemente a causa di una caduta.

Raggiunto da Kodami, il sindaco Martino D'Onofrio ha dichiarato: «Appena ci metteremo in contatto con la famiglia conferiremo un encomio alla cagnolina».

Nessuno avrebbe notato la donna, infatti, se non fosse stato per l'intervento dell'animale che con il suo abbaio ha allertato le persone. E' stata Brigida Langella, una donna del posto che sui social conduce un'intensa attività informativa a favore degli animali d'affezione, a raccontare l'accaduto.

«Runa dalla terrazza della sua casa dove vive con i suoi umani ha udito quello che un orecchio umano non può sentire: rantoli e fievoli lamenti provenienti da una stradina scoscesa e isolata», scrive Brigida.

Runa è una Weimaraner, un cane da caccia di taglia grande, e grazia al suo udito ha percepito la richiesta di aiuto della donna che era caduta con il suo carrellino della spesa in una viuzza laterale. L'anziana era per terra e perdeva anche sangue e sarebbe potuta restare così per molto tempo se la piccola Runa non l'avesse percepita.

Runa
in foto: Runa

Per fortuna pochi metri sopra di lei Runa l'ha avvistata, e, intuito il pericolo per l'umana sconosciuta, si è appoggiata alla balaustra cercando di avvisare la famiglia con i suoi guaiti. Un atteggiamento insolito che non è sfuggito a chi era in casa che non ha esitato a seguire lo sguardo della cagnolina e scendere in strada.

«Quello che si è presentato davanti agli occhi occhi dell'uomo era una scena da film dell’orrore», continua Brigida nel post. L'anziana donna era distesa a faccia in giù, a pochi metri dal suo bastone, poco lontano il suo carrellino per la spesa. «Si trovava in una pozza di sangue ed era tanto esanime da far pensare che non ce l’avrebbe fatta», sottolinea Brigida.

Nonostante la situazione e la paura che il tempo non fosse abbastanza, i familiari di Runa hanno chiamato i soccorsi. La corsa verso il vicino ospedale Santa Maria della Speranza a Battipaglia si è risolta al meglio per l'anziana donna. Si riprenderà presto sia dalla ferita alla testa sia dal braccio rotto. Tutto per merito della coraggiosa Runa.

«La signora da oggi avrà ancora più motivi per amare i cani, quando ripenserà che molto probabilmente è viva solo grazie ad un angelo d’argento», conclude Barbara.