Se n’è andato Luigi, il Pinscher di 12 anni che nel 2020 aveva vinto il "Premio fedeltà" a Camogli per l’aiuto fondamentale fornito durante il lockdown alla sua pet mate Maria Beatrice Buzzat, residente a Feltre in provincia di Belluno.

Il cane Luigi, infatti, soprannominato anche cane postino, portava ogni giorno con uno zainetto sul dorso il giornale, medicine e cibo dalla casa della sua compagna umana alla mamma di lei e poi tornava indietro.

Questa volta, però, il grande Luigi non ce l’ha fatta. È morto improvvisamente per un attacco di cuore e la corsa dal veterinario è stata inutile. «Dovevamo uscire, ma quando sono andata in giardino, Luigi era in lì che faceva fatica a respirare. Non aveva più forze, l’unica cosa che è riuscito a fare è stato alzare la testa e guardarmi per l’ultima volta», racconta Buzzat. «Aveva davvero qualcosa di speciale, capiva tutto. Quando giravamo per strada salutavano prima lui di me».

Con un post su Facebook anche il presidente della Regione Luca Zaia ha voluto dire addio a Luigi, fedelissimo e fondamentale sostegno per la sua famiglia.

Buzzat ha voluto seppellire il suo amato compagno di viaggio nel giardino di casa, per farlo rimanere sempre accanto a lei. Lo ha avvolto nella sua coperta con al collo la medaglia di “cane più fedele” e lo ha coperto di terra.

Il premio fedeltà a Camogli

Oltre ad essere i compagni di viaggio di una vita e dei veri e propri componenti della famiglia, i cani spesso dimostrano di essere anche qualcosa di più. È vero che ognuno di loro è speciale a modo proprio per ogni pet mate, ma alcuni compiono proprio dei gesti d'amore eroici, lanciandosi in imprese incredibili.

E sono queste imprese straordinarie di cui sono capaci i cani nei confronti dei loro umani che vengono riconosciute dal Premio internazionale Fedeltà del Cane di S.Rocco di Camogli (Genova), giunto ormai alla sua sessantesima edizione.

Quest'anno, per esempio, il premio "speciale" fedeltà è andato ad Amon un Chihuahua di 4 anni e mezzo che non ha mai lasciato sola per 80 ore di seguito, la sua pet mate precipitata in un dirupo. E che solo grazie ai suoi lamenti è stata ritrovata viva. Kodami era alla premiazione, in cui ha ricevuto un premio anche Yuri e la sua cagnolina Tris, entrambi tripodi, che dimostrano la forza dell'amicizia contro gli ostacoli della vita.

Sessantesima edizione del Premio fedeltà del cane di Camogli

Ma le storie sono tantissime davvero: da Gimmi, meticcio di 9 anni, che ha difeso il padrone dall’attacco di un cinghiale, che lo ha gravemente ferito, a Brown, Rhodesian Ridgeback di 9 anni, che, abbaiando, ha dato l’allarme e ha così salvato la vita della vicina di casa caduta a terra. Ad Anubi che è rimasto accanto a Rebecca, caduta a terra colpita da una crisi epilettica.

11 settembre 2001: le testimonianze di chi era con i cani che hanno scavato tra le macerie delle Twin Towers

Arlo, il cane poliziotto colpito da due proiettili, torna a casa come un eroe