L’hanno chiamata “Smartina”, un ironico omaggio al luogo in cui l’hanno trovata e da cui l’hanno salvata prima che il peggio potesse accadere: si tratta di una gattina recuperata dal vano motore di una Smart dai vigili del fuoco di Latina, che l’hanno subito adottata.

La segnalazione è arrivata lunedì mattina dalla proprietaria della macchina che stava per partire. Un miagolio però l’ha insospettita e fermata: ha chiamato i Vigili del fuoco e la squadra di Latina è intervenuta constatando che effettivamente nel motore si era infilato un gattino. Una femmina, per la precisione, una micia tigrata di pochi mesi e subito recuperata.

La gattina non era ferita e si è subito accomodata in braccio ai suoi salvatori conquistando uno di loro, che ha deciso di adottarla e ribattezzarla, appunto, “Smartina”: portata da un veterinario per un controllo, è arrivata nella sua nuova casa.

gattina salvata latina
in foto: Smartina con il Vigile del fuoco che l’ha adottata

Perché i gatti si nascondono nei motori?

La presenza di gatti, soprattutto cuccioli, nei vani motore delle auto non è inusuale. Come spiega Sonia Campa, esperta di comportamento felino e membro del comitato scientifico di Kodami, i gatti spesso cercando pertugi per nascondersi, luoghi sicuri per sottrarsi al caos delle città che, laddove manchino aree a verde, sono prive di rifugi naturali.

«In inverno poi c'è anche la componente del tepore e la protezione dalle intemperie – spiega Campa – Ma alla base c'è sempre il fatto che dovremmo avere città più verdi e più a misura di animali non umani per evitare incidenti di questo genere».

Gattino incastrato nella portiera dell'auto: il salvataggio

Napoli, volontarie e Vigili del fuoco uniti per salvare una gattina in difficoltà

Genova, gattino salvato in un’intercapedine dai Vigili del fuoco