Un cane randagio, esausto e sconfitto, è stato trovato da un'associazione nella città di St. Luis negli Stati Uniti. Il cucciolo era evidentemente stanco. Così, sopraffatto dalla fame, dalla paura e dalla stanchezza, si era rannicchiato davanti a un edificio.

Un passante, vedendo il cane raggomitolato e immobile davanti allo stabile, ha contattato la Stray Rescue, un’organizzazione no profit che si occupa di aiutare i randagi in difficoltà. I soccorritori le si sono avvicinati con cautela, scoprendo che si trattava di una femmina simil Pitbull. La cagnolina ascoltava tranquilla le loro parole rassicuranti e, senza troppe difficoltà, i volontari sono riusciti a metterle il guinzaglio. Poco dopo, l'hanno convinta a seguirli per poi farla salire in auto e portarla al rifugio. Quando la piccola si è alzata, i volontari si sono accorti di quanto fosse denutrita e scheletrica. Durante il tragitto verso il rifugio, i soccorritori hanno proseguito a parlarle e a trasmetterle calore e affetto e, alla fine, sono riusciti anche a vedere uno scodinzolio.

Alla cucciola è stato dato il nome di Fredricka. La sua vita, d’improvviso, era cambiata, ma era solo l'inizio. A distanza di una settimana dal suo salvataggio, Dan, uno dei volontari dell’organizzazione che si occupa di ospitare i cani salvati per il tempo necessario per trovare la loro famiglia adottiva, ha preso Fredericka sotto la sua ala protettrice. L’uomo l’ha portata a casa con sé, credendo che avrebbe dovuto affrontare un difficile percorso prima di riuscire a guadagnare la fiducia del cane.

Con grande sorpresa invece, come se non avesse atteso altro nella vita, appena giunta nella sua nuova casa, Fredericka si è sentita immediatamente a suo agio. Dopo solo poco tempo trascorso con lei, Dan ha deciso di adottarla. E così, a distanza di una sola settimana, le speranze e le previsioni dei volontari che l’hanno salvata si sono avverate.

Fonte | Stray Rescue of St.Luis

Abbandonato in un campo e legato a una catena: Athos salvato dai carabinieri

Cane abbandonato: come comportarsi e chi chiamare