Può capitare di incontrare un cane per la strada. E la prima cosa da fare è porsi delle domande, ovviamente dando per scontato che di fronte ci sia un soggetto in salute e non bisognoso di cure immediate. Bisogna, infatti, subito sfatare il luogo comune per cui "tutti i cani liberi hanno bisogno di aiuto e devono essere salvati" e la prima cosa da verificare è se l'individuo che avete di fronte rappresenta davvero un caso di abbandono o meno. Ci sono infatti tante tipologie di cani liberi al mondo e anche solo in Italia, comecani padronali e i cani di quartiere che si riconoscono per la loro indipendenza e padronanza di sé e del territorio circostante. I cani di quartiere in particolare vengono accuditi dai residenti della zona o dai volontari e sono tutelati dalla legge, come ad esempio dovrebbe accadere in Campania se si applicasse correttamente la Legge regionale 3 dell’11 aprile 2019 sulla "Tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo".

Un cane abbandonato, invece, rappresenta invece un caso diverso e non è complicato riconoscerlo: è evidentemente smarrito e confuso e non sembra essere socializzato con l'ambiente circostante. Nel caso ci si trovi in una situazione del genere è importante sapere a chi rivolgersi e come comportarsi.

Cosa fare se si trova un cane abbandonato

Prima di tutto bisogna capire se il cane è stato smarrito o abbandonato intenzionalmente. Se possibile dovremmo cercare di farlo avvicinare a noi, evitando movimenti bruschi e cercando di tranquillizzarlo, magari accovacciandoci e aspettando che sia lui a dirigersi verso di noi. Se riusciamo ad ottenere la sua fiducia, la prima cosa da fare è controllare se ha una targhetta con dei numeri di telefono. In quel caso è probabilmente un cane smarrito e si possono contattare direttamente i proprietari. Se invece il cane non si lascia avvicinare o non possiede una targhetta, bisogna accertarsi che sia effettivamente un caso di abbandono, chiedendo quindi ai residenti in zona se è un cane già conosciuto o meno.

Chi chiamare se si trova un cane abbandonato

In caso di impossibilità di risalire ai proprietari è necessario contattare le autorità competenti:

  • Le forze di Polizia, a cui bisognerà esporre la denuncia per il ritrovamento dei colpevoli e l'ASL veterinaria di competenza. Entrambi sono obbligati a intervenire in qualsiasi orario e giorno della settimana.
  • In alternativa possono essere chiamati anche i Carabinieri  al numero 112, anche loro obbligati a intervenire per legge.
  • Se il cane si trova in zone pericolose come ad esempio autostrade o strade ad alta velocità, rappresentando quindi un pericolo per sé e per gli altri, bisogna contattare la Polizia stradale o, nel caso di ritrovamento vicino a binari ferroviari, la Polizia ferroviaria al numero 113. In caso di strade urbane è preferibile invece contattare la Polizia locale per richiedere un immediato soccorso.
  • Se il cane si trova invece in zone di difficile accesso bisogna contattare i Vigili del fuoco al numero nazionale 115 che aiuteranno nel recupero dell'animale

L'ASL veterinaria si occuperà di verificare la presenza o meno del microchip per risalire ad un eventuale proprietario e il cane verrà, dopo gli accertamenti sul suo benessere fisico, trasferito nel canile municipale o in quello comunale del territorio in cui è stato ritrovato. Il cane potrà poi essere affidato provvisoriamente a una nuova famiglia fino a che l'indagine sul suo abbandono non sarà chiusa. Dopodiché potrà essere affidato in maniera definitiva.

Cosa fare se il cane è ferito

Se il cane è ferito bisogna immediatamente contattare l'ASL veterinaria di competenza e aspettare il loro intervento cercando di non toccarlo troppo. Ricordiamo inoltre che secondo l'articolo 16 del Codice Deontologico dei veterinari: “Il Medico Veterinario ha l‘obbligo, nei casi di urgenza ai quali è presente, di prestare le prime cure agli animali nella misura delle sue capacità e rapportate allo specifico contesto, eventualmente anche solo attivandosi per assicurare ogni specifica e adeguata assistenza”.

Cosa fare se si assiste all'abbandono di un cane

Secondo la Legge 189/2004 "Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro". L'abbandono è quindi un reato penale e se si assiste all'evento bisogna immediatamente contattare le autorità giudiziarie di competenza, come Polizia di Stato o locale o i Carabinieri, cercando di raccogliere più informazioni possibili sui colpevoli come il numero di targa della macchina.

Le stime sugli abbandoni

La LAV (Lega Antivivisezione animali) ha compilato una stima approssimativa del numero di cani e gatti abbandonati, basata sui conteggi fatti sul territorio dalle regioni, dichiarando che in Italia vengono abbandonati circa 80 mila gatti e 50 mila cani ogni anno. L'OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) è invece arrivata a una conclusione ancora più grave, dichiarando che "ogni anno in Italia circa 150 mila cani vengono abbandonati e l'80% dei quali muore entro i 20 giorni dal momento dell'abbandono", utilizzando come fonte i dati del Ministero della Salute. Dal report redatto dalla LAV nel 2019 si evince inoltre che i luoghi in cui i cani sono confinati in Italia sono circa 1200, se non di più, e distribuiti in strutture che si trovano soprattutto al Sud (44%) rispetto al Nord (37%). Il numero dei cani ospitati nei rifugi è di circa 115mila esemplari, dato oggi relativo perché risalente a due anni fa. Il dato si riferisce non solo ai cani abbandonati ma anche ai cani prelevati dal territorio senza motivi di necessità o soggetti che finiscono in canile per maltrattamento o indisponibilità dei proprietari (persone scomparse, arrestate, malate e altre tipologie).

Le associazioni che parlano di abbandono

Sono diverse le associazioni che forniscono informazioni riguardo il comportamento da assumere in caso di ritrovamento di un cane abbandonato. Ecco una lista di alcune:

Il branco nella "Napoli bene": ecco chi sono quei cani e perché vanno lasciati in pace

Emergenza freddo in provincia di Foggia, l'appello: «Ospitate un cane anziano dei canili»

Lucky, ritrovata la sua famiglia: non era stato abbandonato