Validato da Sonia Campa
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Consulente per la relazione uomo-gatto

Se con il gatto con cui conviviamo abbiamo una relazione solida, ci permetterà, ogni tanto, di entrare nel suo mondo così diverso dal nostro in cui però ci lascia un piccolo, grande spazio. Se abbiamo davvero voglia di conoscerlo, nel suo mondo possiamo imparare tantissimo e farci insegnare nuovi modi di sentire e comunicare. La dimensione in cui vive un gatto è un "luogo" in cui tutto dal suo punto di vista gli è concesso e, quando si incontra e si incastra con la nostra visione della vita può sembrarci che i suoi siano dei comportamenti bizzarri. Tra questi vi sarà forse capitato di osservare il gatto che, quatto quatto, va verso il lavandino, o anche il bidet, entra dentro e ci si mette a riposare. Ma perché lo fa?

Per rinfrescarsi

Il micio può preferire il lavandino della nostra casa perché questo è generalmente composto da un materiale molto fresco, come ad esempio il marmo, e se è estate e fa troppo caldo, il micio potrà finalmente refrigerarsi un po' e stare a contatto con una superficie piacevole.

Per comodità

Spesso il lavandino, così come anche il bidet, hanno una forma più o meno ovale o arrotondata, che sembra quasi una cuccia lasciata lì appositamente per il micio. La sua forma chiusa può essere molto di conforto per il gatto, al cui interno si sente sicuro, e la posizione alta gli permetterà di poter comunque rimanere vigile e controllare ciò che gli accade intorno. Inoltre, il bagno è generalmente un luogo tranquillo dove può rilassarsi e trovare un po' di pace.

Per attirare l'attenzione

Se vi è capitato di stare andando tranquillamente in bagno e, appena mettete il piede all'interno, il gatto vi sorpassa con una falcata che neanche Bolt nella sua forma migliore, probabilmente sta proprio cercando di attirare la vostra attenzione. Può essere che voglia avere un'interazione con voi, bere dal rubinetto o semplicemente farvi compagnia e vedere cosa state facendo.

Per bere

Il micio spesso, quando vede l'acqua limpida fuoriuscire dal rubinetto, corre verso la sorgente per bere. L'acqua del rubinetto è infatti più pulita rispetto a quella presente nella sua ciotola e quindi potrebbe preferirla e essere invogliato a bere non appena la vede scorrere.

Per dormire

A volte sembra proprio che il micio con cui conviviamo non ne voglia proprio sapere di uscire dal lavandino. Anzi, spesso è possibile trovarlo accovacciato all'interno mentre si fa un riposino tranquillo. Ma perché proprio il lavandino? Probabilmente, come già menzionato prima, la forma e il materiale del lavabo sono particolarmente piacevoli per il micio, così come la tranquillità della stanza, spesso isolata e dove non c'è molto passaggio di persone né rumori forti. Il gatto potrebbe quindi vederlo come il suo luogo sicuro dove andare quando vuole stare un po' da solo e non essere troppo disturbato. Inoltre, anche l'altezza è un punto a favore: il micio da lì può controllare tutto e stare in un posto non raggiungibile dagli altri inquilini umani.

Cosa fare per evitare che il gatto si metta nel lavandino? Ma perché evitarlo, poi?

Se il gatto va nel lavandino non c'è bisogno di preoccuparsi né è un comportamento che deve essere eliminato. Se però ci causa qualche problema o fastidio si può provare a acquistare una cuccia per gatti da posizionare in bagno, che dia un senso di protezione al micio e dove può sentirsi confortevole, o cambiare quella che ha attualmente. Se il gatto inoltre ci va principalmente per bere, si può valutare l'idea di comprare una fontanella che fa circolare l'acqua evitando che ristagni e si sporchi.

Perché il gatto si nasconde

Perché il gatto si rotola?