Il naso del cane, cioè il tartufo, è lo strumento che gli serve per conoscere e vedere il mondo. Il campo visivo del cane invece è più ristretto rispetto a quello umano, infatti non può registrare tutte le frequenze luminose che vediamo noi.

L’olfatto del cane è il suo senso elettivo, le sue narici hanno una conformazione diversa dalla nostra e il cane tiene umido il suo tartufo leccandolo sia per favorire la termoregolazione che per catturare più facilmente le molecole odorose in sospensione. L’atto del fiutare è un comportamento vero e proprio per scoprire il mondo. Quando il cane fiuta, infatti, compie da 3 a 7 cicli di inspirazione che si alternano alle espirazioni e questo consente sia di liberare la canna nasale da tutte le molecole odorose già analizzate che di sollevarne altre dal terreno. Naturalmente è il cervello che attribuisce un significato a tutto quel che gli organi di senso vanno a rilevare.

Perché i cani hanno il naso bagnato?

Il naso bagnato nel cane è importante per orientarsi nell’ambiente che lo circonda e, attraverso il leccamento, trasferisce informazioni alla bocca dove risiede l’organo di Jacobson che recepisce gli odori. Quindi se il tuo cane ha il tartufo umido significa che sta bene proprio perché normalmente ha il naso bagnato.

Se il cane ha il naso asciutto?

Il naso asciutto nel cane non indica una malattia e non dovrebbe subito destare preoccupazione. In ogni modo, valutate bene la situazione perché se il cane ha appena fatto dell’attività fisica, corso o giocato, gli è salita la temperatura che è normalmente più alta della nostra. Allora, in quel caso, troverete il tartufo secco.

Ci sono delle razze che amano esporsi al sole, soprattutto durante le belle giornate primaverili, e, anche in questo caso, il naso del cane sarà asciutto.

Lascialo annusare: perché è importante per il tuo cane

Perché il cane si scrolla?

Le informazioni fornite su www.kodami.it sono progettate per integrare, non sostituire, le indicazioni date dal veterinario di riferimento.