8 Agosto 2023
9:00

Il cane sceglie il suo giocattolo preferito o gioca con tutto?

Molti cani mostrano una preferenza per determinati giocattoli che scelgono in base a vari fattori, come colore, forma, materiale, suono e odore. Ma come scelgono esattamente il loro giocattolo preferito? E siamo sicuri che non sia meglio incoraggiarli a variare giochi?

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
68 condivisioni
Membro del comitato scientifico di Kodami
Immagine

Il gioco riveste un ruolo essenziale per il benessere fisico e mentale dei cani. Non solo fornisce uno sfogo per l'energia fisica e promuove l'esercizio, ma stimola anche la loro mente, aiuta a prevenire noia e comportamenti distruttivi e ha anche un’importante funzione educativa. I giocattoli possono essere strumenti essenziali per il gioco, contribuendo in modo significativo al benessere del cane. Ma i cani scelgono un giocattolo preferito o si divertono indistintamente con tutto ciò che trovano?

Rispondendo alla domanda, molti cani mostrano effettivamente una preferenza per determinati giocattoli, ma ciò non implica che non giocheranno con altri oggetti. Le preferenze possono essere influenzate da una serie di fattori, inclusi colore, forma, materiale, suono e odore del giocattolo. Ci può anche essere una forte componente sociale che orienta la scelta dell’individuo, non dobbiamo sottovalutare questo aspetto. Ma come esattamente un cane sceglie il suo giocattolo preferito?

Come il cane sceglie il suo gioco preferito?

Le preferenze dei cani per i giocattoli sono fortemente individuali e possono essere influenzate da una serie di fattori che hanno a che fare con gli elementi fisici degli oggetti.

  • La forma: alcuni cani preferiscono i giocattoli che possono mordere facilmente, come quelli con una forma ad osso o a salsiccia, mentre altri possono preferire i giocattoli più grandi che possono “abbracciare” o sopra cui possono saltare. Possono orientare la loro scelta anche su oggetti facili da trasportare, se per esempio il gioco che amano fare è quello della condivisione, come per esempio il riporto, con oggetti come una palla o un frisbee. Ma qui dobbiamo considerare la forte componente sociale, come dicevamo poco sopra, e il tipo di esperienze che abbiamo fatto insieme al nostro compagno a 4 zampe.
  • Il colore: i cani non vedono la gamma di colori che vediamo noi, ma possono distinguere tra alcuni colori. Ad esempio, possono vedere meglio i toni del blu e del giallo rispetto al rosso e al verde. Di conseguenza, un giocattolo blu o giallo potrebbe attrarre più facilmente l'attenzione del nostro cane, soprattutto se questo risalta dallo sfondo con maggior chiarezza, quindi per fare un esempio, una palla blu su un prato verde (che il cane vede giallo) è meglio che una palla gialla o rossa (che il cane vedrà con toni di giallo o grigio), che potrebbe non risaltare molto dallo sfondo.
  • Il materiale: alcuni cani adorano la sensazione di giocattoli morbidi come peluches tra i loro denti, mentre altri preferiscono la resistenza di un giocattolo di gomma dura, o di legno. Inoltre, i cuccioli che stanno attraversando il periodo della dentizione (che va dai 4 mesi agli 8 mesi circa) possono trovare sollievo al prurito delle gengive con giocattoli di gomma con superfici nodose o irregolari.
  • Il suono: molti cani sono attratti da giocattoli che fanno rumore. Che si tratti di uno squittio (di gran lungo il preferito), di un fruscio o di un tintinnio, il suono può aggiungere un livello extra di interesse per il cane.
  • L'odore: alcuni giocattoli hanno un odore aggiunto, un appetizzante, per attirare l'interesse dei cani. Ad esempio, ci sono giocattoli che emanano un odore di carne o di altri cibi appetitosi per i loro nasi.

I vantaggi e gli svantaggi di avere un giocattolo preferito

Avere un giocattolo preferito può fornire al cane una fonte di comfort e sicurezza. Questo può essere particolarmente utile in situazioni stressanti, come durante i viaggi o le visite veterinarie. Tuttavia, un attaccamento eccessivo a un particolare giocattolo può portare a problemi, come stress se il giocattolo si perde o si rompe, o comportamenti possessivi se altri animali o persone cercano di giocare con esso.

Se però si nota che il nostro cane sta diventando un po’ troppo possessivo nei confronti del suo giocattolo, potrebbe essere un campanello d’allarme per una qualche forma di disagio, che non necessariamente ha a che fare con la possessività in sé. In taluni casi meglio chiedere consiglio ad una persona competente in materia.

Come stimolare il cane a variare i suoi giochi

Se il tuo cane sembra fissato su un particolare giocattolo, ci sono varie strategie che possono aiutare a stimolare l'interesse per altri giocattoli:

  • Rotazione dei giocattoli: invece di lasciare tutti i giocattoli fuori tutto il tempo, proviamo a metterne alcuni via e a proporglieli solo occasionalmente. Questo può rendere i vecchi giocattoli nuovamente interessanti ed emozionanti.
  • Nuovi giocattoli: l'introduzione di nuovi giocattoli può stimolare l'interesse del cane. Cerca di scegliere giocattoli che siano diversi dal suo preferito in termini di colore, forma, suono o materiale.
  • Giocattoli interattivi: i giocattoli che dispensano cibo possono essere un'ottima opzione per i cani che non sembrano interessati a molti giocattoli. Questi giocattoli non solo offrono un divertimento fisico, ma stimolano anche mentalmente il cane mentre cerca di ottenere il rilascio dei biscotti o bocconcini, a seconda del gioco utilizzato.
  • Gioca con il  tuo cane: i cani adorano giocare con i loro compagni umani. Prenditi un po' di tempo ogni giorno per giocare con il tuo cane e i suoi giocattoli. Questo può aiutare a costruire un'associazione positiva con quei giocattoli. Infatti non dobbiamo dimenticare che alle volte il giocattolo per un cane non è interessante in sé e per sé, ma lo diventa quando caricato di un valore sociale. Interagire con i giocattoli del nostro cane in modo adeguato manterrà il loro valore e quindi l’interesse del nostro compagno a quattro zampe. Non dimentichiamo che i cani sono animali sociali e che sono portati a prestare interesse verso le cose che suscitano interesse anche negli altri membri del gruppo famigliare. Interagendo attivamente con un oggetto condiviso farà sì che il nostro odore diventi parte dell’oggetto stesso, aumentandone così ulteriormente il valore.

Sebbene i cani possano avere un giocattolo preferito, è importante incoraggiarli a giocare con una varietà di giocattoli per garantire una stimolazione fisica e mentale completa. L’equilibrio tra il comfort di un giocattolo preferito e l'eccitazione di nuovi oggetti da esplorare può aiutare a mantenere il tuo cane felice e in salute oltre che implementare il suo piano esperienziale con sensazioni differenti e lo sviluppo di svariati schemi motori.

Inoltre, con qualche accortezza, orientando il gioco sugli oggetti appropriati eviteremo fastidiose distruttività dei nostri oggetti personali, come scarpe, telecomandi, portafogli e custodie degli occhiali. Ricordiamo che soprattutto in tenera età il bisogno di usare la bocca masticando qualunque cosa è molto forte per il cane, gli consente non solo di costruirsi un catalogo delle cose del mondo, quindi di prendere confidenza con gli oggetti, ma anche di allenarsi all'uso della bocca, cosa che per un predatore non è affatto secondaria.

Qui il confine tra necessità e gioco è molto labile. Sapendo che è un bisogno essenziale è inutile sgridare un cucciolo di pochi mesi perché sta masticando la nostra tenera ciabatta – magari in pelle – ma è assolutamente consigliabile sostituirla con qualche giocattolo ugualmente interessante e appagante. È vero, la ciabatta batte qualsiasi cosa, sia per forma che consistenza, certo, ma anche perché è intrisa del nostro odore inebriante (ovviamente al naso del nostro cane), quindi è al top degli oggetti da masticare quando le gengive danno un gran fastidio. Qualche accortezza dunque ci eviterà spiacevoli sorprese, soprattutto se saremo un po' più ordinati riponendo le pantofole dove il cucciolo non possa raggiungerle e appagando le sue necessità con un oggetto sostitutivo.

Avatar utente
Luca Spennacchio
Istruttore cinofilo CZ
Ho iniziato come volontario in un canile all’età di 13 anni. Ho studiato i principi dell’approccio cognitivo zooantropologico nel 2002; sono docente presso diverse scuole di formazione e master universitari. Sono autore di diversi saggi.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social