12 Febbraio 2021
13:00

Cattelan e la “prova di intelligenza” al suo barboncino: ma lui non si fa fregare

Alessandro Cattelan ha sottoposto il suo barboncino a una prova di intelligenza, che il cane ha pienamente superato! Il "cucciolo con i baffi", come è stato definito dallo stesso conduttore quando lo ha presentato al mondo, gli è stato regalato dalla famiglia per il compleanno. È arrivato a maggio scorso.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
68 condivisioni
Cattelan

«Nettamente il più intelligente in famiglia!». Il grande amore di Alessandro Cattelan per il Barboncino di casa torna più forte che mai nell'ultimo video postato sull'account Instagram del conduttore televisivo, il quale, davanti alla scaltrezza mostrata dal cane durante quello che per lui è un "test d'abilità", esprime senza remore tutto il suo entusiasmo. Cattelan, infatti, mette alla prova Marino Bartoletti. Sì, è questo l’inconsueto nome che ha dato al cane che si dimostra subito pronto a collaborare con il suo umano. L'ex volto di punta di X Factor cerca infatti di fargli indovinare in quale mano si trovi un croccantino, spostandolo rapidamente da una all’altra, per rendere – secondo lui – più difficile la prova. Ma il cane non si fa di certo abbindolare dalle "mosse strategiche" del suo umano di riferimento e reagisce mostrando tutte le sue innate capacità.

Le motivazioni che stanno dietro al comportamento del barboncino

Il Barbone di per sé è un cane super collaborativo e ha una formidabile capacità di apprendimento, ma possiamo dire che tanti altri – meticci inclusi ovviamente –  senza alcuna esitazione saprebbero scegliere la mano giusta "andando di naso" e non solo. Il Barbone, in tutte le sue varianti, è infatti considerato in ogni caso uno dei cani da compagnia più amati per merito delle sue motivazioni collaborativa e affiliativa che sono molto spiccate. Marino Bartoletti dimostra proprio quanto un cane di questa razza adori vivere a stretto contatto con il proprio gruppo familiare e fare attività insieme con una enorme capacità di apprendere. I Barboni sono acuti osservatori, inoltre, capaci di concentrarsi sui problemi e la loro curiosità da cacciatori (sì, un tempo non erano solo "cani da compagnia") gli permette di non perdere interesse in quello che fanno, soprattutto se c'è il loro umano di riferimento a coinvolgerli nell'attività.

La soddisfazione di Cattelan, il bello della relazione dal lato umano

Cattelan mostra con grande simpatia ed empatia quella soddisfazione naturale che proviamo quando il nostro compagno a quattro zampe si diverte con noi. Il conduttore televisivo esulta felicissimo delle abilità del suo Barboncino tanto che lo definisce, appunto, «il più intelligente della famiglia». Tra i commenti al post ci sono sicuramente quelli di amici, visto che qualcuno ironicamente gli ricorda: «Non volevi prenderlo eh?» o «E tu eri quello che non voleva cani». Abbondano, chiaramente, quelli dei fan pieni di cuoricini e anche quelli ironici. In generale il suo video è un bell'esempio di come il rapporto tra uomo e cane sia basato su uno stare insieme che genera un divertimento reciproco, momenti di condivisione dai quali traspare chiaramente l'intesa.

Il perché dello strano nome di Marino Bartoletti

Marino Bartoletti, "il cucciolo con i baffi", come è stato definito dallo stesso Cattelan quando lo ha presentato al mondo, gli è stato regalato dalla famiglia per il compleanno. È arrivato a maggio scorso e, già allora, il conduttore di X Factor aveva postato la foto del cane, conquistando l’attenzione proprio per lo strano nome scelto. Il motivo della scelta, lo ha spiegato lui stesso in diverse interviste: perché Marino Bartoletti, il noto giornalista sportivo, è per lui «una persona meravigliosa», una delle migliori che lo speaker abbia mai conosciuto nella sua vita. Dal canto suo, il giornalista ha reagito alla notizia dicendo di essere rimasto lusingato dalla decisione.

Avatar utente
Simona Sirianni
Giornalista
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social