Per 11 anni ha lavorato come finanziere a Catania. Ora Zaro, un Pastore tedesco del comando provinciale della città etnea, è stato congedato e potrà godere della meritata pensione. Durante tutti questi anni ha lavorato in coppia con il suo conduttore a molte attività di controllo del territorio. È stato in servizio di vigilanza all’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania-Fontanarossa, poi alla stazione ferroviaria, all’uscita dei caselli autostradali, nelle aree di servizio e non si è fatto mancare neanche la movida della città.

Il suo fiuto è stato decisivo per il ritrovamento di ingenti quantitativi di droga. Il lavoro del Pastore tedesco ha raggiunto tanti obiettivi: nel corso della brillante carriera in finanza ha contribuito all’arresto di diverse persone, in flagranza di reato, per detenzione o trasporto di sostanze stupefacenti. Ma è stato anche un idolo per i bambini. Nell’ambito dei progetti legati alla legalità ha dimostrato molta empatia, soprattutto nei confronti degli alunni più piccoli con i quali ha giocato e ha cercato di spiegare il senso del rispetto della legge e degli altri.

Lo speciale rapporto che si è instaurato tra Zaro e il finanziere che durante tutta la sua carriera è stato il suo conduttore, vissuto nel corso degli anni in una condizione di simbiosi, ha reso naturale la decisione dell'agente cinofilo: il cane è stato accolto nella sua famiglia.  Dopo i tanti anni di servizio prestato in coppia, il fedele amico a quattro zampe è entrato in casa da pensionato.

Prima di lasciare il servizio nella guardia di finanza il Pastore tedesco è stato portato dal suo conduttore (ora a tutti gli effetti un pet mate) a Castiglione del Lago, in provincia di Perugia. Entrambi hanno partecipato lì al corso di allevamento e addestramento cinofilo. Ed è stata l'occasione per Zaro di dare un ultimo saluto al luogo in cui tutto ebbe inizio e dove studiò per diventare finanziere.

Arlo, il cane poliziotto colpito da due proiettili, torna a casa come un eroe

Cane da terapia va in pensione: l'emozionante applauso per Tassy, salutata come un'eroina