Validato da Maria Mayer
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Veterinaria esperta in nutrizione del cane e del gatto

Manca poco alla Pasqua e presto festeggeremo gustando uova di cioccolato, torte salate, casatielli, colombe e altri piatti tipici di questa festività. Non dimentichiamoci, però, dei nostri amici animali, che sicuramente vorranno partecipare al banchetto pasquale. Come ben sappiamo, i cani non possono mangiare il cioccolato, che per loro è tossico, e non possono abusare nemmeno di cibi ricchi di zuccheri.

Come potremo accontentarli, allora, quando ci chiameranno con le loro zampe mentre noi gusteremo la nostra fetta di colomba? Semplice: preparando dei biscotti pasquali per cani, da offrirgli come goloso spuntino. La ricetta che vi proponiamo è molto semplice e contiene solo ingredienti non dannosi per la loro salute. Ricordate, però: si tratta pur sempre di prelibatezze, che non devono sostituire i pasti principali. Uno o due biscotti al giorno saranno sufficienti.

Ingredienti

  • 300 g di farina integrale
  • 120 g di fiocchi d’avena
  • 80 g di mele
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di olio d’oliva
  • 1 cucchiaino di succo di limone

Come preparare i biscotti pasquali per cani

  1. Sbucciate le mele, tagliatele in pezzi e riducetela in purea con l’aiuto di un frullatore;
  2. Aggiungete un cucchiaino di succo di limone alla mela frullata per evitare che si ossidi. Il sapore del limone sparirà completamente in cottura e non darà fastidio al vostro cane;
  3. In una ciotola mescolate la farina integrale e i fiocchi d’avena, a cui poi aggiungerete l’uovo e il cucchiaino di olio;
  4. Quando gli ingredienti sono ben amalgamati aggiungete la purea di mele preparata in precedenza;
  5. Stendete la pasta, date la forma che preferite (magari a forma di coniglio, uova, scatenate la vostra fantasia) e infornate per 30-40 minuti a una temperatura di 160 °C.

Conservazione

I biscotti possono essere conservati per circa due mesi in un contenitore ermetico. Prima di metterli nel contenitore, però, fateli raffreddare, per evitare che si formi condensa e farli rimanere croccanti.

Le informazioni fornite su www.kodami.it sono progettate per integrare, non sostituire, le indicazioni date dal veterinario di riferimento.