Cole è un Pitbull sordo dalla nascita che è stato abbandonato a causa della sua condizione. Quando era un cucciolo ha trascorso mesi in un canile nell’attesa di essere adottato. La sua disabilità lo ha reso invisibile agli occhi di tante persone, finché non ha conosciuto Chris, un insegnante di musica di una scuola elementare, che aveva qualcosa in comune con lui.

Anche suo nipote più piccolo infatti, essendo sordo, ha affrontato un disagio molto simile. Per questo Chris si è subito preso a cuore la situazione di quel cane: «Grazie a Cole, un Pitbull che da piccolo è stato considerato “rotto”» – ha dichiarato Chris – «noi educhiamo i giovani a combattere gli stereotipi e le discriminazioni basate sull’aspetto esteriore». Dietro l’apparente diversità non ha visto solo i limiti ma infinite possibilità.

«C’era un padre di famiglia nella sala d’aspetto con me, e parlava di come Cole fosse “rotto”. Diceva che non sarebbe mai potuto diventare un bravo cane e tutto questo accese un fuoco dentro di me per cui decisi di cambiare l’opinione di tutte quelle persone intorno a me che giudicano»

Cole non è diventato solo un bravo cane, ma ha dato una lezione a tutti quelli che non credevano in lui. Dopo l’adozione Chris ha iniziato a portarlo a scuola per presentarlo ai suoi alunni e da quel momento la sua storia è diventata d’ispirazione per tante persone. Questa creatura, che “scartata” dagli umani ha rischiato di trascorrere una vita di solitudine, oggi insegna a tutti che non bisogna mai avere paura di essere se stessi.

Oggi Cole è diventato parte integrante del corpo docenti della scuola elementare dove Chris insegna. La loro collaborazione ha dato vita a un programma sociale chiamato The Team Cole Project, che stimola l’apprendimento attraverso le emozioni per far emergere la migliore versione di se stessi. Cole ha preso il certificato di cane da terapia e assiste oggi persone di ogni età incarnando ai loro occhi l’abilità che nasce dalla disabilità, traendo forza dalla propria unicità. Dal New Jersey, ormai, la sua storia sta facendo il giro del mondo attraverso i social emozionando persone di ogni nazionalità. Durante il suo addestramento per cani da terapia, Chris ha insegnato la lingua dei segni a Cole, in modo tale da permettere al suo amico di relazionarsi con tutti. Cole ha anche ottenuto una medaglia al merito per il suo operato di supporto ai veterani di guerra.

«Come recita il nostro motto: sei più coraggioso di quanto credi, sei più intelligente di quanto pensi, sei più forte di quanto sembri e sei più amato di quanto tu possa mai capire. Una disabilità non è una inabilità ma è un superpotere».

Cane da terapia va in pensione: l'emozionante applauso per Tassy, salutata come un'eroina