Ha percorso circa sei chilometri intrappolata nel vano motore di un'auto il cucciolo di gatto salvato pomeriggio dalla Polizia Locale di Genova. Il conducente dell'automobile, Salvatore, si è accorto della presenza della gattina dopo aver imboccato la Sopraelevata, una strada urbana a scorrimento veloce, ha accostato il veicolo ed ha chiamato i soccorsi.

Il ritrovamento è stato documentato con il telefonino da Salvatore che nel video commenta in diretta la sorpresa di essersi ritrovato un micio "a bordo". «Quando ho iniziato a sentire dei rumori provenire dall'auto mai avrei pensato ad un gatto nascosto – racconta Salvatore, ancora incredulo, a Kodami – poi ho aperto il cofano e ho visto due occhioni verdi spuntare tra il radiatore e il motore: era proprio un micio. Ho richiuso subito per paura che potesse scappare in strada e finire investito e ho chiamato il 112».

Sulla strada Aldo Moro, in soccorso, sono arrivati per primi gli agenti del pronto intervento della polizia locale in motocicletta e poi una pattuglia in auto. La gattina che, una volta aperto il cofano, ha iniziato a camminare pericolosamente sul motore dell'auto si è poi rintanata tra gli ingranaggi. È stata una vigile a conquistare la sua fiducia: si è lasciata prendere in braccio (complice un po' di prosciutto) e lì è rimasta.

Questa incredibile storia ha anche un doppio lieto fine: la gattina è sana e salva e l'agente della polizia locale ha deciso di adottarla. "La curiosità uccise il gatto" ricorda il proverbio ma in questo caso ha forse fatto incontrare due individui destinati a conoscersi.