30 Ottobre 2023
12:23

Due gattini nascosti nel vano motore di un’auto salvati dalla Lav di Prato: cercano casa

Due piccoli gattini rimasti incastrati nel motore di un'auto sono stati salvati dai volontari della Lav. Ora dopo lo spavento cercano una famiglia che li accolga.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
264 condivisioni
Immagine

Due piccoli gattini rimasti incastrati nel motore di un'auto sono stati salvati dai volontari della Lav. È successo nella giornata di domenica 29 ottobre, a Prato, dove gli attivisti sono intervenuti insieme all'associazione Oasi felina della città per salvare i micetti.

I volontari hanno ricevuto una richiesta di aiuto per il recupero di due cuccioli di gatto da parte proprio dell'Oasi felina. I due gattini, di circa 1 mese e mezzo, erano incastrati nel motore di un'auto in zona Paperino. Il proprietario dell'auto si era accorto della loro presenza una volta rientrato a casa da Piombino dove aveva trascorso qualche ora al mare. I cuccioli probabilmente avevano percorso 200 chilometri nascosti nel vano motore della vettura.

I volontari della Lav e quelli dell'associazione sono però riusciti ad estrarli dal motore dell'auto mettendoli in sicurezza. Si tratta di due fratellini appartenenti alla stessa cucciola, un maschietto e una femminuccia che appena si saranno ristabiliti avranno bisogno di una famiglia. I gattini al momento si trovano infatti in uno stallo temporaneo, ospiti di una cittadina del posto che, per prima, aveva chiamato i soccorsi. Nel pomeriggio saranno visitati dalla Clinica Veterinaria Galilei, e quando avranno l'età giusta i gattini potranno essere adottati.

Immagine

Simili episodi sono destinati ad aumentare con l'approssimarsi della stagione fredda. Il vano del motore delle auto, infatti, in inverno diventa per gatti e altri animali un posto caldo dove nascondersi. Esiste una infinita casistica degli animali trovati nel cofano motore che, proprio come i micetti di Parto, hanno percorso anche centinaia di chilometri dal luogo in cui sono “saliti a bordo” a quello in cui sono riusciti a scendere o sono stati soccorsi da qualche organizzazione.

Per aiutarli a uscire è bene seguire proprio le azioni compiute in questa occasione dalla cittadina di Prato: chiamare le associazioni che sul territorio offrono servizi di soccorso per animali oppure i Vigili del Fuoco. Un intervento maldestro e un gatto molto impaurito possono diventare un serio pericolo per chi tenta di salvarli senza averne le competenze, come azioni improvvisate lo sono per l’animale.

Ma la presenza attiva delle associazioni di tutela animale non si ferma al salvataggio in situazioni di emergenza, come spiega Cristiano Giannesi, responsabile Lav di Prato: «La collaborazione con l'associazione Oasi felina di Prato, attuale gestore della struttura comunale "La Bogaia" che ospita gatti abbandonati e bisognosi di cure, va avanti ormai da anni. Siamo molto soddisfatti di questa partnership che ci permette di aiutare tanti gatti sfortunati in tutta la provincia di Prato. Supportiamo i custodi di colonie feline in difficoltà con consegne di cibo e li aiutiamo con i recuperi dei gatti da sterilizzare».

Tra le politiche di prevenzione attuate dai volontari figura proprio la sterilizzazione sia dei gatti di colonia che dei privati: «Un gesto importantissimo per contenere le nascite e ridurre il diffondersi di malattie – aggiunge Giannesi – Così come la loro microchippatura che permette una rapida e sicura identificazione in caso di smarrimento».

Domenica 12 novembre dalle 10:00 alle 17:00 saremo in Piazza della Repubblica a Montemurlo si terrà a questo scopo una giornata di microchippatura gratuita di cani e gatti. «Chi volesse microchippare il proprio gatto o il proprio cane può quindi farlo gratuitamente. Per prenotare la microchippatura è possibile chiamarci al numero 0574/1747113», è l'invito del responsabile Lav di Prato.

Chiunque volesse informazioni per l'adozione dei gattini può contattare la Lav di Prato al numero 0574/1747113 oppure l'Oasi felina di Prato al numero 351/7862930.

gattini prato
Giornalista per formazione e attivista per indole. Lavoro da sempre nella comunicazione digitale con incursioni nel mondo della carta stampata, dove mi sono occupata regolarmente di salute ambientale e innovazione. Leggo molto, possibilmente all’aria aperta, e appena posso mi cimento in percorsi di trekking nella natura. Nella filosofia di Kodami ho ritrovato i miei valori e un approccio consapevole ma agile ai problemi del mondo.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views