Foto: Kim Nelson eDan Cushing
in foto: Foto: Kim Nelson eDan Cushing

Prima di scegliere il luogo dove andrà a riprodursi, ama origliare i suoi simili. E’ questo il comportamento di un particolare uccello marino, l’urietta marmorizzata (Brachyramphus marmoratus), notato dai ricercatori della Oregon State University. Dunque, prima di scegliere dove accoppiarsi, deve sentire le altre uriette, altrimenti cambia proprio zona: vuole sentirne la presenza che vale un po' come un "parere di affidabilità". In sostanza, ha creato il Tripadvisor del mondo animale.

Gli uccelli, spiega Jonathon Valente, studioso che ha condotto l’analisi, ha notato che avevano un’altissima probabilità di scegliere il loro punto di accoppiamento e nidificazione nelle aree che venivano “suggerite” rispetto a quelle che invece non erano state indicate. «Non ci sono molte specie come questa – ha detto il coautore dello studio, Jim Rivers – In effetti non c'è nessun altro uccello che si nutra nell'oceano e percorra distanze così lunghe verso i siti interni per la nidificazione. Questo comportamento è davvero insolito e rende questa specie particolarmente difficile da studiare».

La ricerca è iniziata nel 2016 simulando la presenza delle uriette in 14 potenziali siti di riproduzione selezionati a caso, trasmettendo i richiami degli uccelli durante la stagione riproduttiva. Gli studiosi li hanno messi a confronto con altri 14 siti dove invece non erano state trasmesse le voci. E’ grazie a questa simulazione che gli ornitologi hanno scoperto che le uriette, il primo anno, erano in esplorazione per cercare nuovi siti di nidificazione e di aver apprezzato proprio le aree dove sentivano le registrazioni. L’anno successivo, gli stessi uccelli sembravano ricordare le stesse posizioni. Le probabilità che questi siti con le voci registrate venissero occupati durante la stagione riproduttiva del 2017 sono risultate 10 volte maggiori rispetto ai siti di controllo che invece non avevano i richiami.

«Ciò significa che sarebbe probabilmente una buona idea per i responsabili della tutela prendere in considerazione la trasmissione di vocalizzazioni per incoraggiare le uriette marmorizzate a nidificare in habitat inutilizzati e di alta qualità – ha detto il coautore Matt Betts – Poiché le uriette sono attratte da altre uriette, proteggere le aree adiacenti ai siti di nidificazione noti può anche essere un approccio di conservazione efficace».

L'urietta vive in mare ma nidifica nella foresta

L’urietta marmorizzata, che vive nelle coste dell'Oceano Pacifico, ha le dimensioni di una colomba e passa la maggior parte del suo tempo nelle acque costiere mangiando krill, altri invertebrati e pesci come aringhe e acciughe. Può generare solo una prole all'anno. Gli uccelli in genere depongono il loro singolo uovo in alto, sugli alberi. Le ghiandaie e i corvi sono i principali predatori dei suoi nidi. Pur se uccelli marini, per allevare i piccoli vanno nelle foreste dell’entroterra. Il  lavoro (pubblicato su Ornithology, la rivista dell’Unione degli ornitologi americani) secondo gli studiosi statunitensi, è particolarmente importante per capire perché le popolazioni di questa specie siano in declino. La ripesa del loro numero potrebbe essere minacciata dal fatto che ci siano pochi esemplari in giro in grado di darsi reciproche informazioni su dove nidificare.