Validato da Sonia Campa
Membro del Comitato Scientifico di kodami
Consulente per la relazione uomo-gatto

Convivere con un gatto è un esperienza bellissima che apre le porte a un mondo sensoriale unico. Sarà sicuramente capitato agli amanti dei gatti, dopo una lunga giornata di lavoro, di tornare a casa, aprire la porta, e essere accolti dal proprio gatto in un modo particolare: il micio si avvicina alle gambe e comincia a strusciarsi, senza dare neanche il tempo di poggiare la borsa. Il bello della relazione con un gatto e, in generale, con una specie diversa dalla nostra infatti è proprio notare i comportamenti dell'altro e chiedersi: "Perché lo fa? Cosa vuole dirmi?".
Il cosiddetto "stronfinamento", chiamato anche rubbing se viene fatto con gli angoli della bocca o bunting se con tutta la testa, ha un significato ben preciso per il felino, e serve soprattutto a rilasciare il proprio odore, ma la sua funzione può cambiare rispetto al contesto e al modo in cui viene fatto. Strofinarsi è quindi un atteggiamento normale del gatto e deve destare qualche preoccupazione solo se viene fatto con troppa frequenza. Per capire bene l'origine di questo comportamento bisogna cercare di dimenticare per un attimo come comunichiamo noi umani e aprire la nostra mente per capire come i gatti comunicano.

Perché il gatto si struscia sulle persone e sugli oggetti?

Il gatto, come tante specie animali, utilizza molto l'olfatto come strumento comunicativo e gli odori gli servono a recepire informazioni sull'ambiente circostante e sugli altri esseri viventi. Ma non solo deve recepire gli odori, deve anche emetterli per permettere ad altri di avere informazioni su di lui e per rendere l'ambiente intorno familiare. Per questo motivo il gatto è dotato di ghiandole odorifere, il cui compito è quello di rilasciare ferormoni, ossia sostanze chimiche odorose, che si trovano dietro le orecchie, sulle guance, ai lati della bocca, sotto la mascella e nella zona caudale ossia sulla coda e vicino l'ano. Per massimizzare la diffusione di queste sostanze il gatto si avvale dello strofinamento, che rappresenta la modalità ideale perché permette di impregnare del proprio odore le superfici prescelte. Infatti il gatto generalmente si struscia proprio con quelle parti del corpo dove sono presenti le ghiandole, strofinando soprattutto la zona della faccia. Spesso lo fa sulle persone che lo circondano per renderle più familiari, ad esempio quando tornano a casa dopo una giornata fuori, e hanno perso il loro tipico odore. Impregnare il compagno umano del proprio "profumo" è quindi molto importante per il gatto e gli conferisce un senso di sicurezza e tranquillità. Inoltre serve anche ad avvisare altri eventuali gatti presenti che lui è già passato di lì, e che quindi quello è il suo territorio. Non è del tutto sbagliato considerare lo strofinamento anche un gesto d'affetto, infatti il micio attraverso questa "marcatura" si tranquillizza e ci rende più appetibili, così da poter instaurare e rafforzare il legame, ma non bisogna interpretarlo come un invito ad essere toccato. Stesso trattamento viene riservato agli oggetti che si trovano per la casa, che vengono sottoposti a un processo di "profumazione" affinché il gatto li senta più suoi, un po' come facciamo noi quando arrediamo una casa nuova perché vogliamo ci rispecchi di più.

Perché il gatto si struscia e miagola?

Spesso può capitare che il gatto mentre si struscia amabilmente sulla nostra gamba cominci anche a miagolare. Il miagolio può avere diverse funzioni ed è spesso uno strumento che i mici utilizzano per fare delle richieste, come ad esempio per ottenere cibo o delle semplici carezze, per ricevere attenzioni o semplicemente per darci il benvenuto a casa, come se volessero dirci "sono felice di rivederti".
È quindi un comportamento molto comune, che può destare preoccupazione solo se il miagolio accompagnato dallo strofinamento assume una connotazione diversa e diventa, ad esempio, più stridulo e sofferente. In quel caso il gatto potrebbe avere qualcosa che non va nella zona della bocca ed è consigliabile portarlo dal veterinario.

Perché il gatto si struscia per terra?

I motivi per cui un gatto si struscia per terra possono essere diversi. Può farlo per diffondere i ferormoni sul pavimento, ma può anche essere un semplice segnale di gioco. Il gatto infatti può  rotolarsi sul pavimento e mettere su una sorta di spettacolino per invogliarci a dargli delle attenzioni, metodo che generalmente funziona. Questo atteggiamento però potrebbe anche essere legato a un prurito o un fastidio, e quindi messo in atto dal gatto per grattarsi, o essere legato a questioni di temperatura. Infatti il pavimento è spesso più freddo dell'ambiente circostante e può conferire al micio una sensazione di freschezza, soprattutto se l'interno della casa è molto caldo. In ultimo è probabile che questo comportamento sia più frequente quando il micio è in calore: è infatti un atteggiamento tipico delle femmine e ha lo scopo di rilasciare le sostanze odorose necessarie per attirare i maschi e mostrare loro che sono disponibili e pronte per l'accoppiamento.

Come e dove: la mappa delle carezze al gatto