18 Giugno 2021
11:02

Il salmone è in pericolo per la siccità, la California gli dà “un passaggio” per l’Oceano

La scarsità d’acqua nei fiumi mette a rischio la sopravvivenza dei salmoni, perché da soli non riescono più a nuotare fino a raggiungere l’Oceano. E per evitare ulteriori danni a 17 milioni di esemplari della Central Valley dello Stato, già in via di estinzione, si è previsto di aiutarli ad arrivare nel grande mare, trasportandoli su grosse autocisterne.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
27 condivisioni
Immagine

Il salmone Chinook è in pericolo per la forte siccità che sta colpendo la California. La scarsità d’acqua nei fiumi mette a rischio la loro sopravvivenza, perché da soli non riescono più a nuotare fino a raggiungere l’Oceano. E per evitare ulteriori danni a 17 milioni di esemplari della Central Valley dello Stato, già in via di estinzione, si è previsto di aiutarli ad arrivare nel grande mare, trasportandoli su grosse autocisterne.

La California sta affrontando la quarta siccità più forte della sua storia e la maggior parte dei bacini idrici si presenta con meno del 50% della propria capacità complessiva e alcuni fiumi presentano solo il 30%  d'acqua rispetto alla propria portata. E, infatti, non è la prima volta che il dipartimento della pesca e della fauna selvatica utilizza questa modalità per salvare i salmoni. Il problema ulteriore di quest’anno è però che la siccità è arrivata molto prima e, non solo sta asciugando l’acqua dei fiumi, ma la sta riscaldando a tal punto da renderla pericolosa per la specie.

Secondo Jason Julienne, supervisore dell'incubatoio della regione centro-settentrionale: «In condizioni di siccità trasportare giovani salmoni nei siti di rilascio a valle si è dimostrato uno dei modi migliori per aumentare la loro sopravvivenza nell'oceano».

La siccità sta colpendo i salmoni anche in altre zone della costa occidentale e con altre modalità. In Oregon, per esempio, i biologi della tribù Yurok hanno scoperto che la morte improvvisa e in numero elevato che colpiva i salmoni Chinook, derivava da un agente patogeno letale, la cui presenza era collegata ai bassi livelli di acqua e alle temperature elevate. A metà maggio, il 98% del salmone testato dalla tribù era gravemente infetto.

Un danno non indifferente, come ha affermato il direttore del dipartimento della pesca di Yurok, Barry McCovey, che ha studiato la malattia dei pesci per più di due decenni. L’uccisione del novellame, infatti, avrà anche un impatto negativo su molte altre specie autoctone, dalle orche al falco pescatore, perché il salmone svolge un ruolo essenziale nell'ecosistema generale.

Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration, due popolazioni di salmone Chinook sono considerate in pericolo sulla costa occidentale e sette sono considerate minacciate ai sensi dell'Endangered Species Act, la legge principale negli Stati Uniti per la protezione delle specie in pericolo.

Ma come ben sappiamo, il salmone è una specie a rischio non solo per la siccità, ma moltissimo per la sua cattura a fini commerciali che, secondo il dipartimento statale per la pesca e la fauna selvatica, genera più di 900 milioni di dollari di impatto economico all'anno per la California.

Avatar utente
Simona Sirianni
Giornalista
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views