Solo chi ha fatto l'esperienza di adottare un cane può capire il dolore che si prova alla sua perdita. Una sofferenza che è difficile spiegare a chi non ha provato le gioie di avere un quattrozampe per casa. Un dolore che sta provando Gabriel Garko che ha dovuto dire addio ad Aragon, il suo bellissimo Lupo Cecoslovacco, amico fidato al quale era legatissimo. Un altro brutto colpo per l’attore che già a settembre 2020 aveva dovuto salutare per sempre l’altro amatissimo animale della sua vita, il cavallo Othello.

E come allora raccontò il suo stato d’animo sui social, scrivendo: «È andato via un pezzo del mio cuore», così anche questa volta Garko ha deciso di condividere con i suoi follower questa terribile perdita: «Grazie per tutte le emozioni che mi hai donato… ciao Aragon.».

Una frase breve ma piena di emozione che ha commosso i suoi fan. Del resto l’amore di Garko per gli animali vive da sempre in lui, tanto che non appena ha potuto ha riempito la sua casa accogliendo Afrodite, un Alano femmina, un Cocker e il Lupo Cecoslovacco Aragon. Ad essi si sono poi aggiunti gatti, cavalli e un acquario con tanti pesci.

Cane Lupo Cecoslovacco non è per tutti

Un magnifico aspetto, lo sguardo intenso e un carattere forte: il Cane Lupo Cecoslovacco deriva direttamente dall'incrocio tra Pastore Tedesco e il lupo dei Carpazi. Come ha ben spiegato l’educatore e istruttore cinofilo David Morettini proprio su Kodami, non sono cani per tutti. Per essere dei buoni compagni umani è necessario possedere specifiche caratteristiche. Prima fra tutte la determinazione, l’equilibrio, la voglia di giocare, l'attitudine a non lasciarsi impressionare dalla forza espressiva dei Cecoslovacchi di fronte ai possibili episodi di conflitto con altri cani.

Il Cane Lupo Cecoslovacco instaura con il suo pet mate e con gli altri membri della famiglia rapporti simili a quelli che ci sono all'interno di un branco di lupi. Si dovrà essere quindi capaci soprattutto di mostrare fiducia nella propria capacità di essere una guida, in qualsiasi situazione. Inoltre è una razza diffidente verso gli estranei, molto territoriale, fatto per cui se si ha una vita molto sociale e in casa passano persone in continuazione, bisogna saperlo e sceglierlo con attenzione come compagno di vita. Come tutti i cani, del resto, nessun soggetto va ma scelto solo per motivi estetici, ma è essenziale informarsi sulle motivazioni della razza, senza illudersi che l’amore possa bastare.

Operazione Cappuccetto Rosso: trovato allevamento che ibridava lupi e cani cecoslovacchi