21 Maggio 2021
14:57

Ennesimo cucciolo di capriolo soccorso, l’appello a non toccare gli animali selvatici

Un cucciolo di capriolo è stato recuperato a Morsano al Tagliamento, in Friuli. Molto spesso questi animali non hanno bisogno di aiuto e accarezzarli o recuperarli può compromettere la loro sopravvivenza. Kodami si unisce all'appello di tanti per ricordavi che non vanno toccati e che bisogna avere un approccio consapevole e prudente con i selvatici.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
1.076 condivisioni
Immagine

L'ennesimo cucciolo di capriolo (Capreolus capreolus) di pochi giorni di vita è stato soccorso qualche sera fa nei pressi di Morsano al Tagliamento, in Friuli. Ogni anno in questo periodo sono tantissimi i cuccioli che vengono recuperati in boschi e campagne di tutta Italia, da Nord a Sud. Spesso si trovano acquattati nell'erba alta o nei cespugli dove, con tutta probabilità, aspettano nascosti e al sicuro dai predatori il ritorno della madre. Nella maggior parte dei casi, infatti, questi animali non sono assolutamente in difficoltà o abbandonati e involontariamente, anche se il gesto è mosso da buone intenzioni, si rischia di compromettere la loro sopravvivenza avvicinandosi o raccogliendoli.

Kodami si unisce all'appello di molti centri di recupero e associazioni di settore e vi ricorda che i piccoli non andrebbero mai avvicinati o toccati. L'intervento dell'uomo rischia di compromettere le tracce odorose del cucciolo, che potrebbe non essere riconosciuto o ritrovato dalla mamma e finire per essere abbandonato. I cuccioli quindi non vanno mai toccati né tantomeno raccolti, a meno che non ci siano evidenti situazioni di pericolo o emergenza. In ogni caso prima di intervenire sarebbe buona norma contattare i Carabinieri Forestali o i Centri di Recupero per la Fauna Selvatica.

Come ricordiamo sempre su Kodami, è importante avere un approccio consapevole e prudente con tutti gli animali selvatici. Offrire cibo a volpi, cervi o cinghiali, per esempio, è un'azione che può avere risvolti ecologici, etici e di sanità pubblica rilevanti. La maggior parte delle volte, semplicemente, non è raccomandabile, ma in molti casi è addirittura un reato. Occorre quindi educare e aumentare il livello di consapevolezza per capire quando e come approcciarsi a un selvatico.

Il cucciolo soccorso in Friuli ora sta bene e si trova nel Centro Recupero Fauna Selvatica di Fontanafredda. Qui sarà accudito, nutrito e seguito fino a quando non sarà possibile liberarlo nuovamente in natura.

Avatar utente
Salvatore Ferraro
Redattore
Naturalista e ornitologo di formazione, sin da bambino, prima ancora di imparare a leggere e scrivere, il mio più grande sogno è sempre stato quello di conoscere tutto sugli animali e il loro comportamento. Col tempo mi sono specializzato nello studio degli uccelli sul campo e, parallelamente, nell'educazione ambientale. Alla base del mio interesse per le scienze naturali, oltre a una profonda e sincera vocazione, c'è la voglia di mettere a disposizione quello che ho imparato, provando a comunicare e a trasmettere i valori in cui credo e per i quali combatto ogni giorno: la conservazione della natura e la salvaguardia del nostro Pianeta e di chiunque vi abiti.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views