Dormire con il cane con cui si convive non ha ripercussioni negative sul sonno di bambini e adolescenti, anzi: migliora anche la percezione di aver fatto un buon pisolino. Ad annunciarlo è uno studio pubblicato su Sleep Health e condotto dalla Concordia University di Montréal in Canada che dimostra che condividere il letto con il cane che vive con noi non interrompe il sonno e migliora anche la qualità soggettiva di questo.

Lo studio sui bambini e gli adolescenti

I ricercatori hanno reclutato bambini e adolescenti dell'età tra gli 11 e 17 anni ai cui genitori è stato chiesto di rispondere a dei questionari riguardo le loro abitudini "notturne" : la durata del sonno, i disturbi più frequenti, i tempi che intercorrono tra la veglia e il sonno e la frequenza di risvegli. I bambini hanno invece compilato un diario di sonno giornaliero per le due settimane in cui hanno partecipato all'esperimento documentando ad esempio i tempi di sonno/veglia e il tempo trascorso cercando di addormentarsi. Questi dati hanno poi rappresentato la qualità del sonno "soggettiva" ossia percepita da genitori e figli.

I bambini sono stati inoltre dotati di dispositivi per valutare la qualità del sonno "oggettiva": hanno indossato un actigrafo da polso per un periodo di due settimane allo scopo di monitorare diversi aspetti come la durata della veglia e la frequenza di risvegli e, per una sola notte, anche una polisonnografia domiciliare (PSG) per rilevare alcuni parametri fisiologici.

Successivamente i bambini sono stati divisi in tre gruppi rispetto alle risposte date al questionario alla domanda "Quanto spesso condividi il tuo letto con il tuo animale domestico?”. Il primo gruppo era rappresentato da quelli che non dormivano mai con l'animale domestico con cui convivono, il secondo da quelli che ci avevano dormito ogni tanto e il terzo da quelli che lo avevano fatto frequentemente nell'ultimo mese. Hanno poi comparato i tre gruppi per indagare se la qualità del sonno variava in presenza o meno di un animale domestico.

Dormire con un animale domestico non interrompe il sonno

Questa è la prima ricerca che indaga l'influenza del "condividere il letto con il cane" sulla qualità del sonno nei bambini e negli adolescenti utilizzando sia misure soggettive che oggettive e includendo diversi aspetti del sonno.

I risultati hanno dimostrato che il 34,6% dei bambini dormivano insieme al proprio animale domestico a volte o frequentemente. Dormire insieme al cane con cui si convive, a differenza di quello che ricerche passate avevano dimostrato, non influisce negativamente sul "buondormire". Anzi, quelli che dormono con il proprio animale domestico hanno profili di sonno simili a quelli che non l'hanno mai fatto. Inoltre quelli che dormono molto spesso con il cane hanno una maggiore qualità del sonno soggettiva, ossia quella derivante dalla risposta dei questionari, rispetto a quelli che ci dormono solo ogni tanto.

Questo studio va in contrasto con altre ricerche effettuate però sugli adulti: questi infatti si svegliano più frequentemente e si muovono di più quando condividono il letto con il proprio animale domestico. Probabilmente ciò è dovuto a una semplice questione di spazio: i bambini infatti, essendo più piccoli, hanno più zone libere nel letto e quindi vengono meno disturbati. Un altro motivo potrebbe essere che i bambini reputano i loro animali domestici come amici molto intimi e il fatto che gli stiano vicini mentre dormono li rassicura.

Un nuovo studio: se sei presente il tuo cane gioca di più

Il cane sul letto, sì o no? Dritte e consigli per una convivenza serena