video suggerito
video suggerito
11 Gennaio 2024
10:22

Cosa significa quando il tuo gatto ti lecca

Quando il gatto ti lecca potrebbe voler dire diverse cose: manifestazione di cura, proprio come quella che i felini dedicano a loro stessi, o di curiosità, ma anche di stress. Vediamo i significati nel dettaglio.

446 condivisioni
Validato da Sonia Campa
Membro del comitato scientifico di Kodami
Immagine

Anche se si è abituati a pensare che leccare l’umano di riferimento sia tipico dei cani, anche i gatti possono indugiare in questo comportamento, seppure per motivazioni diverse. I gatti danno infatti grande importanza al leccamento, strettamente legato al “grooming”, e cioè alla pulizia del mantello, attività cui dedicano molto del loro tempo.

Leccare l’umano di riferimento potrebbe dunque significare diverse cose: manifestazione di cura, proprio come quella che dedicano a loro stessi, o di curiosità, ma anche di stress. Vediamo nel dettaglio i motivi di questo comportamento, e cosa significa quando il gatto ti lecca.

Grooming reciproco

Come detto, nel mondo felino il grooming è un aspetto importante della quotidianità, e quello reciproco è comune. Quando un gatto lecca un altro sta contribuendo al mantenimento della pulizia del suo pelo, e la stessa cosa può accadere con l’umano di riferimento. A volte può intervallare le leccate a dei piccoli morsi dati con gli incisivi che, in teoria, servono per rimuovere residui e asperità della pelle.

Rafforzamento del legame

Il grooming non ha un significato esclusivamente “fisico”, ma anche emozionale. Quando un gatto lecca un altro gatto sta dimostrando di avere con lui una relazione di grande intimità e sta rafforzando il legame, un comportamento che vale anche per gli umani di riferimento.  Nel linguaggio dei gatti il leccamento implica la volontà di rinnovare il legame sociale, di continuare a sentirsi parte dello stesso gruppo, e non è infrequente che lecchino la mano, i capelli o persino le sopracciglia del pet mate.

Marcatura

Leccare può essere anche un modo per marcare con il proprio odore. Se il gatto lecca l’umano di riferimento, dunque, è possibile che stia cercando di lasciargli addosso il suo odore, “rivendicandolo” e rendendolo immediatamente riconoscibile.

Curiosità

È anche possibile che il gatto decida di leccare l’umano perché incuriosito da un odore che ha addosso e che gli è particolarmente gradito. Può accadere con le mani, se per esempio si è toccato un particolare cibo di cui è ghiotto, ma in alcuni casi succede anche con il sudore.

Rilassamento

Può succedere di accarezzare un gatto mentre si sta occupando della pulizia del mantello, un’attività che stimola il rilassamento. In questi casi è possibile che il micio lecchi anche l’umano, magari la mano, per “coinvolgerlo” in questo rituale (e impedire, anche, di venire interrotto o disturbato).

Richiesta di distanza

Allo stesso modo, una leccata sulle mani potrebbe essere una richiesta di distanza e di interrompere eventuali interazioni, che si tratti di coccole o di essere preso in braccio, e potrebbe anche anticipare un piccolo morso. È il modo in cui il gatto ci chiede di rispettarlo, e di non invadere i suoi spazi in un momento in cui si sta dedicando a se stesso o vuole semplicemente stare per i fatti suoi.

Avatar utente
Andrea Barsanti
Giornalista
Sono nata in Liguria nel 1984, da qualche anno vivo a Roma. Giornalista dal 2012, grazie a Kodami l'amore per gli animali è diventato un lavoro attraverso cui provo a fare la differenza. A ricordarmelo anche Supplì, il gatto con cui condivido la vita. Nel tempo libero tanti libri, qualche viaggio e una continua scoperta di ciò che mi circonda.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views