I cinghiali che arrivano fin nell’area urbana della Capitale sono sempre più una realtà da condividere anche sui social. A rilanciarli è l’attrice Claudia Gerini che in una delle sue stories su Instagram li riprende mentre passeggiano in uno dei parchi di Roma. L’artista era a passeggio con i cani tenuti al guinzaglio. Con lei, anche altri pet mate. «Siamo in un parco a Roma Nord ed è pieno di cinghiali. Non possiamo fare la passeggiata con i cani. Ce ne andiamo perché non si può. Qui ci sono i bambini che entrano a scuola e lì i cinghiali», dice Claudia Gerini. È lei a sottolineare che «il Comune non fa nulla» per allontanarli.

La situazione a Roma è particolarmente articolata. Gli ungulati si trovano sempre più spesso nelle vie cittadine, soprattutto a Nord della Capitale. Il sindaco Virginia Raggi ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica contro la Regione Lazio lamentando i mancati provvedimenti per contenerne il numero e l’ingresso in città.

La questione che il Primo cittadino ritiene sia centrale è, per l’appunto, proprio legata alla cura degli animali selvatici all’interno delle aree dei parchi regionali. Ma l’amministrazione guidata da Nicola Zingaretti ha rispedito al mittente tutte le accuse, sottolineando tra l’altro come gli ungulati abbiano una particolare attrazione verso i rifiuti che spesso sono rimasti sparsi lungo le vie della città.

Secondo stime dell’Ispra la popolazione dei cinghiali in Italia è aumentata vertiginosamente. Si è passati da 500.000 esemplari nel solo 2010 fino a un milione nel 2020. Le cause di questa moltiplicazione sarebbero diverse, tra cui la loro introduzione fino a poco tempo per scopo venatorio e l’ibridazione con maiali domestici.

Roma, scontro Raggi-Zingaretti sui cinghiali: la Regione, responsabilità del Comune