Ancora buone notizie per Lady Gaga che, dopo la gioia di aver ritrovato i suoi due Bouledogue francesi rapiti lo scorso febbraio, vicenda che aveva portato anche al ferimento del dog sitter nonché amico della star, ora può lasciarsi davvero quella brutta storia alle spalle: i malviventi, cinque in tutto, sono stati arrestati. Tre sono stati accusati sia per il furto dei cani che per il tentato omicidio. Sarebbero proprio loro ad aver sparato i quattro colpi di pistola che hanno colpito in pieno petto e ferito gravemente Ryan Fischer. Gli altri due sono stati accusati di complicità. Uno di loro è la donna che aveva riportato i due amatissimi cani a Lady Gaga, la quale aveva offerto a chiunque li ritrovasse ben 500mila dollari.

Secondo la ricostruzione del pubblico ministero, i cinque cercavano cani di razza da rivendere senza alcuna mira specifica, quindi non avrebbero saputo che i due animali fossero della cantante.

Una brutta storia tutta da dimenticare

Una storia fortunatamente a lieto fine, sia per Ryan Fisher che nonostante il pericolo passato e la grande paura di quella terribile notte, ora sta bene e si è completamente ristabilito.

La ricostruzione più dettagliata degli eventi è raccontata dalle telecamere della videosorveglianza che hanno ripreso come si sono svolti i fatti. Secondo gli investigatori, il dog walker con i tre cani di razza adorati dalla cantante, Gustav, Koji e Miss Asia, erano stati adocchiati nel negozio di liquori in cui erano entrati in Sunset Boulevard. Da lì era poi partito l'agguato in cui Fisher è stato brutalmente aggredito. I malviventi lo avrebbero seguito durante la passeggiata per portargli via i cani, usando addirittura le pistole e colpendo con quattro colpi in pieno petto il ragazzo. Da quel momento, nonostante fossero partite le indagini, dei cani più nessuna traccia. Fino a qualche giorno dopo quando una donna ha riconsegnato Gustav, Koji, dicendo di averli ritrovati legati ad un palo. Quella donna si sarebbe poi  rivelata una dei complici.