Gustav e Koji si sono riuniti a Miss Asia. I due Bouledogue francesi di Lady Gaga, rapiti dopo una terribile aggressione al dog sitter Ryan Fisher nelle strade di Los Angeles, sono stati consegnati alla polizia da una donna che ha dichiarato di averli trovati. Si chiude, almeno dal punto di vista del ritrovamento e delle buone condizioni di salute del loro accompagnatore che era stato raggiunto da un colpo di pistola, una parte di questa vicenda. Ora toccherà alla polizia continuare le indagini e rintracciare i colpevoli.

E' sempre TMZ, sito di riferimento per milioni di persone negli Usa per conoscere i dettagli della vita privata dei Vip, ad aver dato la notizia del ritorno a casa di Gustav e Koji, due dei tre Bouledogue francesi di Lady Gaga. Miss Asia, la terza cagna che era in compagnia degli altri durante la passeggiata serale con il dog sitter, era riuscita a sfuggire ai rapitori, come si vede anche nel terribile video dell'aggressione in cui poi si avvicina a Fisher steso per terra che grida e chiede aiuto.

La persona che ha portato i cani alla polizia viene definita da TMZ come estranea a quanto accaduto: «Le nostre fonti dicono che la donna sembra essere una brava samaritana e afferma di aver trovato i cani e di averli recuperati. La polizia di Los Angeles sta continuando a indagare e i rapitori sono ancora in libertà. Fonti vicine a Lady Gaga ci dicono che ha pianto "lacrime di gioia" quando ha avuto la notizia. Al momento non è chiaro se e quando alla donna verranno dati i 500.000 dollari offerti da Gaga a chi avesse riportato i cani sani e salvi». La cantante in questi giorni è a Roma, sul set di "Gucci".

Rapiti due cani di Lady Gaga, gli aggressori sparano al dog sitter