16 Marzo 2023
12:50

“Una fiaba per la montagna”: mercoledì la premiazione del concorso letterario dei Parchi

Mercoledì 22 marzo 2023 si terrà la premiazione del concorso "Una fiaba per la montagna". Premiati i giovani studenti abruzzesi a Pescasseroli.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
2 condivisioni
Immagine

Il proprio territorio naturale e culturale per scoprirne l’essenza e l’incanto che solo i racconti fantastici sanno donare. È questa la ratio che ha spinto il Parco nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm) a ospitare la premiazione dei giovani abruzzesi vincitori del concorso letterario "Una fiaba per la montagna".

La premiazione avverrà in occasione della Giornata mondiale della Poesia, mercoledì 22 marzo 2023, nella sala convegni del Centro Visite del Parco a Pescasseroli. Qui verrà presentato il volume “20 anni di Una Fiaba per la montagna”, la raccolta degli elaborati del concorso omonimo promosso per la prima volta nel 2001 dall’associazione culturale piemontese L Péliacan e dedicato a Enrico Trione.

«la fiaba per la montagna acquista un ulteriore valore che è quello di raccontare il proprio territorio naturale e culturale per scoprirne l’essenza e l’incanto che solo le favole sanno donare», hanno spiegato dal Pnalm.

Una edizione speciale perché arriva nell’anno del centenario dei due Parchi storici, il Pnalm e il Parco Nazionale Gran Paradiso (Pngp), con il coinvolgimento degli studenti abruzzesi con ben tre premi assegnati: due studenti dell’Istituto Comprensivo “Benedetto Croce” di Pescasseroli sono risultati vincitori nella categoria Premio Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e Premio Parco Nazionale Gran Paradiso, e uno studente dell’Istituto Tecnico “Amedeo d’Aosta” di L’Aquila è risultato primo classificato per il Premio Federparchi.

Gli studenti saranno premiati dal presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise Giovanni Cannata e dal direttore Luciano Sammarone, membri del comitato d’onore del premio insieme a: Stefano Allasia, presidente del Consiglio Regionale del Piemonte; Giampiero Sammuri, già presidente della Federparchi; e Bruno Bassano, direttore del Parco Gran Paradiso.

Il 2023 è iniziato sotto il segno della tragica scomparsa di Juan Carrito, tuttavia il coinvolgimento dei più giovani nel racconto dei Parchi in generale, e del Pnalm in particolare, può ridare nuova speranza al queste aree naturali spesso poco conosciute e valorizzate.

Giornalista per formazione e attivista per indole. Lavoro da sempre nella comunicazione digitale con incursioni nel mondo della carta stampata, dove mi sono occupata regolarmente di salute ambientale e innovazione. Leggo molto, possibilmente all’aria aperta, e appena posso mi cimento in percorsi di trekking nella natura. Nella filosofia di Kodami ho ritrovato i miei valori e un approccio consapevole ma agile ai problemi del mondo.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social