Ha guardato la spiaggia, ha fatto un sopralluogo e poi ha deciso di non deporre le uova. Una tartaruga Caretta caretta ha scelto la riva di Maiori, in Provincia di Salerno, per “dare un’occhiata”. Nulla di più, però. L’area che aveva preso di mira è stata transennata ma poi la Capitaneria di Porto, i tecnici della stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli, del parco di Punta Campanella e i volontari dell’Enpa si sono resi conto che non aveva nidificato.

La tartaruga potrebbe però ripassare a Maiori nei prossimi giorni. Per questo è stato chiesto ai turisti un comportamento rispettoso per evitare di disturbarla o di danneggiare il futuro nido. Tutto ciò mentre un altro esemplare, a Punta Campanella, è stato invece trovato con un amo in gola. La corsa a salvarlo è partita.

I tecnici dell'area protetta di Punta Campanella sono intervenuti sul posto perché da diversi anni si occupano di recupero e salvataggio delle tartarughe, tanto che la Regione Campania ha finanziato proprio lì la realizzazione di un centro di primo soccorso. E da qualche anno è nata una rete per cercare di monitorare i passaggi di questi animali.

Il parco e i volontari, all’interno di un progetto di monitoraggio, hanno battuto di recente l’area tra Palinuro e Marina di Camerota dove sono state trovate tracce di nidi. Ora gli occhi sono tutti puntati su Baia Domizia, dove gli esperti spiegano come la spiaggia si presti particolarmente per l’arrivo delle Caretta caretta. Sono oggi 18 i nidi di tartarughe marine censiti sulle spiagge campane, da Castel Volturno a Palinuro.

Critiche le condizioni della tartaruga con l'amo in gola

Questa mattina, al largo di Punta Campanella, i velisti Gennaro, Raimondo, Riccardo e Marco di Shadow Line hanno invece trovato una piccola tartaruga che aveva un amo conficcato in gola. Una volta allertata la Capitaneria di Porto di Salerno, che poi ha chiesto aiuto al Parco, è partita la macchina dei soccorsi. Ora si trova nel centro di ricerca tartarughe marine di Portici: dalle prime analisi sembra che le sue condizioni non siano buone. L'obiettivo, ora, è quello di riuscire a salvarla.

Le tartarughe ritrovano il mare con una lieta notizia: una è in dolce attesa

Man Kind Man, il docufilm sulle tartarughe: il mare e l'inquinamento nel golfo di Napoli