29 Settembre 2022
18:00

Il video dei quattro gattini appena nati salvati da un pozzo in provincia di Rimini

I cuccioli, nati da pochi giorni, sono stati trovati nel pozzo installato nel giardino di un'abitazione nelle campagne di Santarcangelo di Romagna, provincia di Rimini. Una manovra molto delicata per i Vigili del Fuoco.

394 condivisioni
Immagine

Quattro gattini appena nati sono stati salvati dai Vigili del Fuoco di Rimini nel pozzo di un’abitazione delle campagne di San Bartolo, nel territorio di Santarcangelo di Romagna.

A chiamare i pompieri sono stati i proprietari della villetta in cui sorge il pozzo, sistemato nel giardino. Una volta arrivati sul posto gli uomini della squadra di Rimini hanno sentito i miagolii provenire dal pozzo e si sono mobilitati per recuperarli: impossibilitati a entrarvi per mancanza di spazio uno di loro ha usato per raggiungerli una pinza telescopica, muovendosi molto delicatamente per non ferirli, e li ha estratti uno dopo l’altro sotto gli sguardi inteneriti dei colleghi e dei padroni di casa.

Immagine

I gattini sono stati quindi sistemati in una scatola in attesa di essere trasferiti da un veterinario per i controlli. Nessuna traccia della mamma nei dintorni: non è chiaro se siano stati partoriti direttamente nel pozzo (profondo meno di un metro) o vi siano stati portati dalla gatta. Lo spostamento dei cuccioli di una nidiata è infatti uno dei comportamenti più antichi presenti nel repertorio di cura delle gatte, ed è motivato da diversi fattori: la gatta potrebbe decidere di spostare i piccoli per ragioni olfattive, visto che il nido in cui è avvenuto il parto emana odori che potrebbero attirare potenziali predatori, oppure perché ha percepito un pericolo o perché è stata disturbata.

Immagine

A volte invece, come spiegato da Sonia Campa, consulente della relazione uomo-gatto, mamma gatta può decidere di spostare i piccoli semplicemente perché ritiene di doverli esporre a delle novità ambientali che ne agevolino lo sviluppo, portandoli verso quell'autonomia che li renderà indipendenti. In questo caso, la scelta di un nuovo nido può essere considerato un vero e proprio atto educativo. Questo avviene però di solito quando i cuccioli sono già più grandicelli, decisamente non il caso dei gattini di San Bartolo, nati con tutta probabilità da pochi giorni e ancora molto fragili.

Avatar utente
Andrea Barsanti
Giornalista
Sono nata in Liguria nel 1984, da qualche anno vivo a Roma. Giornalista dal 2012, grazie a Kodami l'amore per gli animali è diventato un lavoro attraverso cui provo a fare la differenza. A ricordarmelo anche Supplì, il gatto con cui condivido la vita. Nel tempo libero tanti libri, qualche viaggio e una continua scoperta di ciò che mi circonda.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social