23 Novembre 2023
12:32

Perché non puoi impedire al gatto di salire sui mobili?

Alcuni comportamenti nei gatti sono innati, e non possono (ma non devono neppure) essere modificati. Saltare su superfici sopraelevate è uno di questi: vediamo perché.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
25 condivisioni
Validato da Sonia Campa
Membro del comitato scientifico di Kodami
Immagine

Chi vive con un gatto lo vede spesso esplorare gli ambienti domestici, salendo sui ripiani della cucina e saltando da un mobile all'altro con curiosità e attenzione. Tali comportamenti, pur essendo perfettamente naturali e tipici dell'etologia di questo felino, possono portare a disagi per la gestione della casa, come i graffi sull'arredamento. Impedirgli di farlo è però impossibile, oltre che sbagliato. Ma cosa possiamo fare per limitare i danni?

Perché i gatti salgono sul tavolo e sui mobili?

I gatti salgono sul tavolo e sui mobili per diverse ragioni. Una delle prime è che in quanto predatori prediligono le posizioni sopraelevate da cui possono osservare in sicurezza l’ambiente circostante, lontani da potenziale minacce e quasi sempre indisturbati. Alla luce delle loro caratteristiche, i gatti percepiscono gli spazi sopraelevati non troppo rumorosi e non facilmente accessibili come più sicuri ed è anche per questo che a volte li sorprendiamo a marcarli sia a livello olfattivo, strofinandosi contro oggetti e mobili e rilasciando feromoni, sia visivo, grattando con le zampe per lasciare segni evidenti.

Una seconda motivazione è la curiosità. I gatti sono animali curiosi, e se – per esempio – ci vedono armeggiare sul tavolo o su un mobile, fuori dalla loro vista, potrebbero salirvi per capire cosa sta succedendo e vedere da vicino.

Allo stesso tempo rispondono anche a esigenze di natura “fisica”: saltando si tengono in esercizio, mantenendo i muscoli elastici e reattivi.

Perché non possiamo impedire al gatto di salire sui mobili

Alla luce di quanto detto sinora appare evidente che non soltanto non possiamo impedire al gatto di salire sui mobili, ma non dovremmo neppure farlo. Si tratta di un comportamento innato in loro e di cui hanno anche bisogno a livello fisico e psicologico.

Sgridarli, o peggio ancora punirli, non avrebbe alcuna conseguenza se non quella di minare il rapporto di fiducia che abbiamo costruito e non modificherebbe le loro abitudini.

Come evitare che faccia danni

Al netto di quanto detto sinora, appare evidente che ci sono situazioni in cui il gatto potrebbe farsi male: se saltasse su fornelli accesi, per esempio, o su superfici non stabili che sotto di lui potrebbero cedere. Allo stesso modo, saltando su alcuni mobili potrebbero gettare a terra oggetti fragili.

Fermo restando che i gatti sono perfettamente in grado di analizzare le situazioni e valutare rischi e pericoli, e che molto spesso siamo noi umani ad “assegnare loro” paure o difficoltà, si può adottare qualche accorgimento. Se per esempio ci sono suppellettili cui teniamo particolarmente, e vediamo che sono sistemate su mobili su cui il gatto tende a salire, è meglio spostarle in un’altra zona della casa ed eventualmente tenere la porta chiusa.

Particolarmente utile, inoltre, è fornire al gatto valide alternative. Sfruttando tiragraffi “multipiano” e mensole montate appositamente, il micio può avere a disposizioni superfici su cui saltare e aggirarsi in tutta tranquillità e sicurezza, dando soddisfazione ai propri bisogni senza provocare danni.

Avatar utente
Andrea Barsanti
Giornalista
Sono nata in Liguria nel 1984, da qualche anno vivo a Roma. Giornalista dal 2012, grazie a Kodami l'amore per gli animali è diventato un lavoro attraverso cui provo a fare la differenza. A ricordarmelo anche Supplì, il gatto con cui condivido la vita. Nel tempo libero tanti libri, qualche viaggio e una continua scoperta di ciò che mi circonda.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views