7 Febbraio 2024
10:17

Perché il gatto si fa le unghie?

Per i gatti graffiare è un bisogno naturale, e anche una necessità. Lo fanno sia per tenersi in esercizio e affilare le unghie, sia per marcare il territorio. Vediamo nel dettaglio le motivazioni.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
348 condivisioni
Validato da Sonia Campa
Membro del comitato scientifico di Kodami
Immagine

I gatti si fanno le unghie sul divano, sul graffiatoio o su poltrone e sedie non soltanto per un istinto, ma anche per una necessità. Quello che molti umani catalogano erroneamente come “dispetto” è in realtà un modo, per questi animali, di marcare il territorio, affilare gli artigli e rafforzare i muscoli, e sgridarli o punirli perché lo fanno su mobili, divani o tappezzeria è inutile e controproducente. Vediamo allora quali sono i motivi per cui il gatto si fa le unghie, e anche come aiutarlo e espletare questo bisogno con meno danni possibile.

Per marcare il territorio

Graffiare le superfici è, per i gatti, un modo immediato per marcare il territorio, sia a livello olfattivo sia visivo. Con i graffi segna il mobilio o i tessuti in maniera evidente, comunicando così la sua presenza all’interno di un determinato ambiente agli altri membri della famiglia. Grattando, inoltre, il gatto lascia un’impronta olfattiva grazie alle ghiandole interdigitali, che si attivano emettendo feromoni sugli oggetti. Anche in questo caso, un modo per comunicare in modo chiaro la sua presenza nell’ambiente.

Per affilare gli artigli

Le unghie sono, per i gatti, il principale strumento di offesa e difesa. In natura il suo antenato, il gatto selvatico africano, le utilizzava per procacciarsi il cibo e anche per arrampicarsi sugli alberi e su altre superfici: tenerli affilati è un istinto, un comportamento innato che i gatti apprendono sin da piccoli, spesso messo in atto vicino ai luoghi di riposo. Graffiando, inoltre, i gatti si tengono in esercizio, perché il movimento svolto li aiuta a mantenere i muscoli forti e flessibili

Per noia o eccitazione

A volte graffiare i mobili è un modo per esprimere le emozioni. Gatti molto annoiati o frustrati, o di contro eccitati, potrebbero avvicinarsi ai mobili e iniziare a grattare. Anche per questo (oltre che per tutte le altre ragioni) è importante fornire ai mici opportunità appropriate per “graffiare in libertà”: si possono sistemare tiragraffi o altri oggetti finalizzati a questo in diversi luoghi della casa, così da fornire alternative ai mobili o ai tessili, oppure usare delle coperture o dei tessuti antigraffio.

Avatar utente
Andrea Barsanti
Giornalista
Sono nata in Liguria nel 1984, da qualche anno vivo a Roma. Giornalista dal 2012, grazie a Kodami l'amore per gli animali è diventato un lavoro attraverso cui provo a fare la differenza. A ricordarmelo anche Supplì, il gatto con cui condivido la vita. Nel tempo libero tanti libri, qualche viaggio e una continua scoperta di ciò che mi circonda.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social