Una camminata di oltre trenta chilometri in compagnia di quello che definisce “il suo branco”: tre cavalli e due cani. Obiettivo: sensibilizzare sui benefici della pet therapy e dare un segnale di forza, coraggio e resilienza in questo periodo così difficile legato alla pandemia da Covid-19.

A compiere l’impresa, giovedì 13 gennaio, sarà Malvina Abbattista, presidente di Equus Lab, che da Castelbianco, piccolo Comune dell’entroterra savonese, in Liguria, camminerà sino ad Albenga, dove incontrerà i dirigenti sanitari dell’Istituto Trincheri di Albenga, una residenza protetta per anziani.

«Giovedì 13 partirò da Castelbianco, in val Pennavaire, alle 7 circa, rigorosamente a piedi con Attila, Cenere, Mirtilla, Leonida e O’Neill – spiega Abbattista – attraverserò il  Comune di Cisano sul Neva fino ad arrivare ad Albenga. Ho un sogno, ed è quello di portare i miei animali nelle strutture sanitarie, negli ospedali, case di riposo per anziani, associazioni per persone diversamente abili. Il percorso è lungo c’è chi dice impossibile. Ma chi ben comincia è a metà dell’opera: non potrò accedere, ma andarci davanti sì».

Foto Facebook Malvina Mimmi Abbattista
in foto: Foto Facebook Malvina Mimmi Abbattista

Il laboratorio equestre di Malvina

Abbattista ha aperto a fine 2020 il laboratorio equestre Equus Lab, scegliendo come sede la borgata Vesallo, poco distante dal santuario della Santissima Annunziata. Qui Malvina vive con mini cavalli, asinelli, pecore, conigli e ovviamente i cani, una grande famiglia «che ha deciso di aprire le porte a chi ancora crede nei legami, nella forza di uno sguardo, nella cura di un abbraccio. Qui si raccontano storie, si resta in silenzio, si fa il gioco della pazienza», spiega.

«Da noi i cavalli non hanno come unico scopo quello di essere montati. I cani non sono legati ad una catena ma fanno i pastori e seguono il branco negli spostamenti. Qui i bambini vengono trattati da bambini, il cellulare non si usa, ci si sporca le scarpe, si fanno nuove conoscenze e si collabora tutti insieme. I genitori respirano, si rilassano, c’è chi scambia due chiacchiere e chi invece resta in disparte per godersi il silenzio».

Foto Facebook Malvina Mimmi Abbattista
in foto: Foto Facebook Malvina Mimmi Abbattista

È proprio per diffondere questa filosofia che Malvina ha deciso di partire per la sua “trekkinata”, al termine della quale farà conoscere Attila, Cenere e Mirtilla, tre mini horses, e Leonida e O’Neill, due cani, ad alcuni anziani ospiti dell’Istituto Domenica Trincheri. È proprio agli anziani che la giovane ligure ha pensato progettando la camminata, i più penalizzati nel periodo di pandemia perché, alla luce della loro fragilità, si sono ritrovati isolati fisicamente e spesso anche psicologicamente, impossibilitati a vedere parenti e amici. Per Malvina gli Interventi Assistititi con gli Animali, la cosiddetta pet therapy, rappresentano uno strumento utilissimo per dare supporto e conforto.

«In un momento catartico come questo credo – riflette, invitando chiunque lo desideri a partecipare all’impresa – credo sia doveroso rimboccarci le maniche, fare qualcosa di grande partendo dalle piccole cose. La bellezza dell’esistenza è ovunque, dobbiamo saperla riconoscere e farci grandi cose».

Foto Facebook Malvina Mimmi Abbattista
in foto: Foto Facebook Malvina Mimmi Abbattista

IAA, in Liguria siglato un apposito protocollo per il supporto in pandemia

Nel suo centro di Castelbianco Malvina ospita animali coinvolti in interventi di pet therapy. Il cane è a oggi la specie più utilizzata per gli interventi assistiti con gli animali (IAA) grazie al lungo e profondo legame che ha instaurato con l'uomo e alla spiccata capacità di socializzazione e adattamento, ma stanno aumentando le realtà che impiegano anche altre specie come gatti, cavalli, pecore, asini e conigli.

I benefici della pet therapy sono già stati ampiamente documentati, e in Liguria è stato anche siglato un protocollo basato proprio sulla terapia assistita con animali per fornire un supporto psicologico ai cittadini colpiti da disturbi da stress a causa della pandemia.

Regione Liguria ha collaborato con l’Istituto ligure del Consumo, che riunisce otto associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Assoutenti, ADOC, la Casa del Consumatore, Codacons, Federconsumatori, Lega Consumatori, Sportello del Consumatore) e l’Ordine degli Psicologi della Liguria, e nell'ambito del protocollo d'intesa per il supporto psicologico ai cittadini colpiti psicologicamente dalla pandemia è stata individuata anche un’area dedicata alla terapia specialistica assistita, attraverso l’aiuto degli animali, sia nei luoghi dove gli psicologi dell’Ordine sono abilitati a svolgere questo tipo di assistenza, sia all’esterno.