New entry in casa di Blanco e Martina: il cantante di Calvagese della Riviera e la fidanzata gardesana Martina Valdes hanno accolto una cucciola di Beagle. La foto del cantante con la piccolina, postata immediatamente sia dall’artista che dalla compagna, ha fatto il giro dei social facendo impazzire i fan.

Ancora novità, quindi, in casa Blanco. Il cantante ha visto la sua vita cambiare completamente negli ultimi dodici mesi, dal grande successo del suo primo album, alla partecipazione a Sanremo e all’Eurovision di Torino, ha scelto di celebrare il periodo più intenso e soddisfacente della sua carriera.

In che modo? Prima due tatuaggi sulle braccia e poi con un nuovo membro in famiglia: la cucciola di Beagle che si chiama Rosa Blu.

Molti i fan che hanno riempito la bacheca di commenti pieni di cuori per la dolcezza della cucciola mentre altri, probabilmente pet mate di Beagle, si sono prodigati in consigli e descrizioni sulla razza del cane. Questi ultimi, in particolare, pur sperticandosi nell'elogio delle doti dell’animale, con un sorriso mettono però in guardia Blanco dalla testardaggine di questa tipologia di cani. Tanto che @angelaferrara68 scrive, ironicamente: «Vedo già il titolo del suo prossimo successo discografico: “Non sapevo a cosa andavo incontro”».

Effettivamente, questo piccolo segugio inglese  ha sicuramente un carattere socievole e gioioso. Ma non bisogna farsi ingannare dal suo muso dolce: il Beagle è una razza fiera e coraggiosa e nonostante le dimensioni contenute non è di certo "un cane da salotto".

Anzi, ha bisogno di tanto movimento, di vivere più tempo possibile in mezzo alla natura e di sentire la terra sotto le zampe e tutti gli odori sprigionati dal selvatico. E il suo benessere e la sua felicità dipendono molto dalla volontà del suo pet mate di conoscere a fondo i bisogni e soprattutto le motivazioni, i desideri, che lo animano.

Ciò che spicca all'occhio, però, è che tra tutti i commenti, non ce ne sia nessuno che “rimproveri” bonariamente Blanco per aver acquistato la cagnolina, anziché adottarla in canile o in qualche associazione.

Premesso che non c'è nulla di male a fare una scelta diversa, è chiaro che vista la quantità, purtroppo, di animali soli e abbandonati nelle strutture che cercano una famiglia alla quale poter dare il loro infinito amore e con la quale condividere la loro vita, ciò che su Kodami consigliamo sempre è la scelta dell'adozione in canile.

Detto questo, in ogni caso, che provenga da un allevamento o da un canile, che sia cucciolo o adulto, è essenzialmente una la cosa fondamentale che ci deve essere alla base della decisione: un alto livello di consapevolezza di cosa significhi accogliere un animale in famiglia.