Beethoven, un cagnolone bianco di 8 anni incrocio tra un Pitbull e un Bulldog, vive nella città di Santa Bárbara, ad Antioquia, in Colombia. È un cane di quartiere, amato e accudito dai membri della comunità che ne rispettano lo spirito libero. Il 3 ottobre scorso, tuttavia, la sua vita viene bruscamente stravolta: Beethoven viene rapito e l'intera città ne è sconvolta.

Nessuno però si dà per vinto e in molti danno il via alle ricerche. A quanto pare, secondo le testimonianze di alcuni cittadini, quel giorno una coppia accompagnata da un bambino è stata vista nel parco mentre metteva una corda al collo del cane e lo portava via.

Jaime López, un membro dell'associazione per la tutela degli animali Amores callejeros Animal Protection Society, ha detto a El Tiempo che i testimoni hanno chiesto loro perché lo stavano portando via e i due "rapitori" hanno risposto che qualcuno aveva pagato per fargli fare una toelettatura.

È stato proprio Jaime ad assumersi le responsabilità delle ricerche e di divulgare aggiornamenti per i suoi concittadini. Ha affisso manifesti e lanciato appelli sui social, recandosi poi in prima persona, ogni qualvolta riceveva una segnalazione, nei luoghi in cui veniva comunicato un possibile avvistamento di Beethoven.

«Ho cominciato a cercarlo in cielo e in terra – ha detto López – Qui tutti lo amano, dal sindaco al prete».

Tra le tante segnalazioni, quella di un camionista che dice di aver visto il cane dirigersi verso la Valle di Cauca e poi, grazie all’aiuto delle forze dell’ordine, Beethoven è stato rintracciato prima all’altezza del comune di Tulua e infine, l'8 ottobre, a La Pintada, Antioquia. La polizia vede il cane insieme a una coppia venezuelana che sostiene di averlo portato con sé dalla loro città natale.

«Una signora in un ristorante mi ha detto di aver visto il cane che ansimava molto e con sangue sui cuscinetti delle zampe a causa della lunga camminata a cui è stato sottoposto. Beethoven non è abituato a camminare tanto», spiega Jaime che si mette in viaggio continuando a seguire le tracce dell'amico a quattro zampe che pare spostarsi di continuo.

Il volontario arriva fino a Irra a Caldas, dove gli dicono di aver visto Beethoven a Manizales e poi gli comunicano che è stato recuperato dalla polizia a Uribe, Buga, nella Valle del Cauca, che è a più di 300 chilometri di distanza da Santa Bárbara.

Il 9 ottobre, finalmente, Beethoven torna a casa. Ad attenderlo c'è l'intera città: hanno organizzato una grande festa per accoglierlo. Non appena il cagnolone viene fatto scendere dall'auto della Polizia, la folla esplode dalla gioia.

Dopo aver ricevuto le cure veterinarie necessarie, Beethoven è tornato di nuovo sulle strade che tanto ama, di nuovo libero.

Coffee, il randagio adottato dal bar del paese che insegna agli umani il rispetto per gli animali

In Chiapas i cani di quartiere diventano protagonisti del turismo sostenibile

Fonte | Alejo Mercado