cane video La Roche

Cosa accade quando il cancro entra prepotentemente nella vita di una famiglia? Lo racconta il video “Il cane Yago” per la regia di Alessandro Guida e interpretato da Federica De Benedittis e Giulio Corso. Tutte le fasi della malattia, dalla scoperta fino agli effetti più pesanti, sono vissute dallo spettatore attraverso l'esperienza del cane di casa.

È Yago a seguire lo sviluppo della malattia della sua umana insieme al compagno di lei. Il piccolo cucciolo di Labrador assiste all'esordio e al decorso della neoplasia, alternando momenti di gioia e un sostegno silenzioso nelle fasi più dure e di cambiamento. Fasi che l'intero nucleo vive in simbiosi con la protagonista.

Il video-spot è ispirato all'omonimo racconto di Attilio Pozzi, vincitore della IV edizione del concorso #afiancodelcoraggio, promosso dall'azienda farmaceutica Roche. Il concorso, nella sua più recente edizione, ha lo scopo di parlare dell'esperienza dei caregiver uomini che accompagnano una donna nel percorso di guarigione. Se nella società tradizionale sono le donne ad avere il ruolo di cura nella vita domestica, nella visione proposta da Roche sono gli uomini a farsi carico del bagaglio emotivo della famiglia.

Si tratta di un passo avanti fondamentale nel racconto della società contemporanea che non a caso avviene attraverso la prospettiva di un cane, il più fidato compagno dell'essere umano, per sua natura privo di ogni sorta di pregiudizi, anche di genere. Yago non si sottrae mai al richiamo della sua umana: non la compatisce, non l'allontana, non la giudica per la sua condizione.

La malattia è così raccontata come un evento collettivo da affrontare all'interno del nucleo familiare. Il ruolo che ogni membro deve ritagliarsi per prendersi cura di chi sta male sembra scontato, il mini film racconta che non lo è. Servono dedizione, abnegazione, pazienza.

I numeri del cancro in Italia aumentano costantemente. Un trend che mostra l'esigenza di rafforzare la cultura della prevenzione ma anche di diffondere consapevolezza sul ruolo cruciale svolto dai caregiver in un numero sempre crescente di famiglie italiane. E sull'importanza cruciale che gli animali d'affezione svolgono per il benessere di tutti gli abitanti della casa.

Lo spiega bene Roche che sottolinea come il suo intento con questo concorso fosse proprio «accendere i riflettori su diverse patologie dando voce ai caregiver, per far sì che la malattia non venga vissuta solo da chi ne soffre, ma anche della collettività, che può sostenerlo ed aiutarlo. Fil rouge delle storie è il coraggio: coraggio di affrontare la malattia, coraggio nell’accompagnare nella malattia». Il video-spot sui canali tv Iris e La5, oltre che nei circuiti cinematografici partner dell'iniziativa.

Dopo il focus sui tumori femminili, sulla sclerosi multipla e sull’emofilia, l’attenzione dell'azienda svizzera si concentra sulle donne con malattie oncologiche. Il racconto di Yago, nella sua semplicità, racconta efficacemente le dinamiche quotidiane della vita di caregiver umani e non.