Articolo a cura del Dott. Giuseppe Borzacchiello
Medico Veterinario e Professore universitario, esperto di patologia animale

L'ipotiroidismo è una malattia endocrina che colpisce i cani, dovuta a una riduzione dei livelli di ormoni tiroidei. In genere si riscontra nei soggetti anziani senza una particolare predisposizione di razza e la causa è, nella maggior parte dei casi, un’infiammazione della ghiandola tiroidea.

I principali sintomi di ipotiroidismo nel cane sono aumento di peso, letargia, alterazioni del pelo e della frequenza cardiaca. La diagnosi si basa sull'analisi dei segni clinici e su esami di laboratorio. La terapia consiste nella somministrazione di ormone tiroideo, che deve essere assunto per tutta la vita.

La funzione della tiroide nel cane

La tiroide è una ghiandola endocrina situata nella regione del collo ai due lati della trachea. È costituita da due lobi uniti da una zona detta istmo. Questa ghiandola produce gli ormoni tiroidei noti come T3 e T4. Queste molecole hanno un importante effetto sulla crescita e lo sviluppo dell’individuo e sul metabolismo.

L’attività della ghiandola tiroide è regolata, a sua volta, da un ormone prodotto dal cervello (TSH) che stimola le cellule tiroidee a produrre T3 e T4. Quando il livello di questi ormoni nel sangue aumenta allora il segnale del TSH si spegne.

Se la funzione della ghiandola è aumentata allora si parla di ipertiroidismo, mentre nel caso si verifica una diminuzione dell’attività ghiandolare si verifica l’ipotiroidismo. Questa malattia si riscontra più frequentemente nei soggetti anziani e sembra che le razze Dobermann e Labrador siano più predisposte.

Cause dell’ipotiroidismo nel cane

Nella stragrande maggioranza di casi, l’ipotiroidismo nei cani riconosce come causa un’infiammazione della tiroide (tiroidite) oppure una degenerazione del tessuto tiroideo (atrofia) che riduce il funzionamento della ghiandola con una ridotta secrezione di ormoni. Raramente l’ipotiroidismo nel cane è causato dal cancro della tiroide.

Sintomi dell'ipotiroidismo nel cane

Il cane affetto da ipotiroidismo manifesterà i seguenti sintomi: letargia con resistenza all’esercizio fisico, aumento di peso non accompagnato da un aumento dell’appetito, alterazioni del mantello e della pelle, riduzione della frequenza cardiaca, maggiore sensibilità alle basse temperature, alterazioni del ciclo estrale e alterazioni nervose. I cani affetti da ipotiroidismo manifestano frequentemente ipercolesterolemia e in molti casi sono anemici.

Diagnosi di ipotiroidismo nei cani

Il sospetto clinico di ipotiroidismo deve essere confermato da analisi di laboratorio volte a dosare nel sangue i livelli di ormone tiroideo e TSH. Livelli bassi di T4 (frazione libera e totale) e TSH associati alla sintomatologia indirizzano verso una diagnosi di ipotiroidismo. In alcune razze di levrieri i livelli di ormone tiroideo possono essere fisiologicamente più bassi.

Terapia dell'ipotiroidismo nel cane

La terapia consiste nella somministrazione di ormone tiroideo con un dosaggio che va verificato in relazione alla risposta dell’animale. La somministrazione deve essere fatta a digiuno e il farmaco assunto per tutta la vita dell’animale. L’aspettativa di vita di un cane ipotiroideo in terapia è identica a quella di soggetti non ipotiroidei.

Non esistono misure preventive dell’ipotiroidismo del cane.

Le informazioni fornite su www.kodami.it sono progettate per integrare, non sostituire, le indicazioni date dal veterinario di riferimento.